Urbi et orbi

Urb_Dis01

Davvero una torbida vicenda. Che ora sta venendo alla luce. La stretta di mano fra l’attuale sindaco di Gemona Paolo Urbani e Virgilio Disetti non fu un semplice passaggio di testimone. Prevedeva una contropartita. Politica, ovviamente. O più d’una. E ora forse si sta palesando. C’è da scegliere il nuovo presidente del CIPAF, il Consorzio per lo sviluppo Industriale ed Economico della Zona Pedemontana Alto Friuli []. E – come da prassi consolidata – il prossimo turno toccherebbe a Gemona.
«Presenza e controllo sul Consorzio Industriale CIPAF» prometteva il celebre volantino ricevuto da tutti i gemonesi quasi un anno fa [], quando Virgilio Disetti gridava «Ridarò benessere, sicurezza, fiducia ed orgoglio a tutti i Gemonesi». Se non proprio a tutti, a uno sicuramente, stando gli oltre 20.000 euro annui che si intascherebbe il presidente del CIPAF.

Tag: ,

3 Commenti a “Urbi et orbi”

  1. Anonimo scrive:

    Solo 20.000 euro per gestire una rogna del genere?
    Dovrebbero essere molti di più!
    Comunque ci deve pur essere anche qualche altra fonte di guadagno, altrimenti chi glielo fa fare?

  2. Margherita scrive:

    Ma cosa dicono i consiglieri e gli assessori di “Gemona nel cuore”, che tanto volevano cambiare la politica del nostro comune? E quelli di “Gemon@assieme”, che con la loro innovativa “chiocciolina”, come disse Palese, volevano portare aria fresca? A me sembra di sentire il solito “odore” di vecchio. Se non si muovono le opposizioni, qua, rischiamo davvero di rivederci i soliti volti e i soliti metodi. Coraggio, resistiamo…

  3. Luca scrive:

    Operazione trasparenza del comune di Buja (e non Gemona):

    http://www.comune.buia.ud.it/public/upload/1/2/4/Visualizza%20il%20file%20con%20i%20dati.pdf

    sono presenti i compensi del presidente del CIPAF e anche dei consiglieri…

    il gemonese Andrea Brollo per il suo ruolo di consigliere percepiesce un compenso di € 10.329,12