Gemona, «città dai mille pozzi»

Isaura01

È in linea il nuovo sito dell’Ecomuseo delle acque del Gemonese []. L’home page si apre su una bella citazione da Le città invisibili di Italo Calvino, a ricordare la ricchezza e il fascino di questa Gemona nascosta, di cui l’Ecomuseo «si propone di documentare, recuperare e interpretare la memoria storica, la vita, le figure e i fatti, la cultura materiale e immateriale, le relazioni fra ambiente naturale e ambiente antropizzato, le tradizioni, le attività, le pratiche di vita e di lavoro e le produzioni locali […]; un’unità geografica ricchissima di ambienti umidi e di opere idrauliche».
In questo tempo in cui stiamo riscoprendo il valore della sostenibilità ambientale, del recupero della memoria dei luoghi, della partecipazione alla costruzione di un welfare di comunità, delle microstorie dei nostri territori, l’esperienza dell’Ecomuseo è un segno concreto e tangibile che «si può fare». Un progetto da sostenere e far crescere. Anche da parte delle istituzioni politiche locali.

Tag: ,

Un Commento a “Gemona, «città dai mille pozzi»”

  1. Daniele Deotto scrive:

    Vorrei sapere chi è l’autore di questa magnifica foto e se possibile riceverla in alta definizione.
    Grazie
    Daniele Deotto