Archivio di dicembre 2009

Fuochi artificiali in attesa del nuovo anno

giovedì, 31 dicembre 2009

Fuochi_artificiali_01

Una serata e una notte di festa, quella di Capodanno, si preparano per il territorio del Gemonese. L’evento è promosso dalla pro Glemona e dalle amministrazioni comunali di Artegna, Bordano, Buja, Gemona, Montenars, Osoppo e Trasaghis, in collaborazione con Pro Loco e associazioni locali. I festeggiamenti si apriranno alle 18.30 in Piazza del Ferro e proseguiranno fino all’alba. Ci saranno musica e intrattenimenti vari, in attesa della mezzanotte, dello spettacolo pirotecnico dell’una e delle brioches del mattino.
“Ma la televisione ha detto che il nuovo anno
porterà una trasformazione
e tutti quanti stiamo già aspettando”:
che l’anno nuovo, che si apre in festa e in piazza, prosegua come un anno di incontri, di partecipazione, di iniziative realizzate insieme. Auguri!

Buon raccolto

mercoledì, 30 dicembre 2009

Sacco_rifiuti01

Una bella novità per un maggior rispetto dell’ambiente. Da qualche settimana l’eco-piazzola di via San Daniele [] riceve anche rifiuti inerti. I gemonesi d’ora in poi potranno smaltire piccoli quantitativi di scarti di materiale edile (mattoni, cemento, piastrelle, …). Un importante piccolo passo in avanti per evitare che rifiuti inerti vengano abbandonati abusivamente in giro per i campi o in discariche abusive. L’amministrazione comunale ha emanato un regolamento che fissa gli orari, le modalità di conferimento, di deposito e di gestione dell’eco-piazzola []. «Con te Gemona» ha invece predisposto l’elenco dei materiali che si possono portare in discarica []. E che sia un buon raccolto. Anche se di rifiuti.

Gemona felix

martedì, 29 dicembre 2009

Gemona11

A Gemona si vive felici? Qual è la qualità della vita che offre la nostra cittadina? Si sta meglio qui o in qualche altro comune d’Italia? E quanto? Questioni difficili. E sempre che abbia senso porsele, dal difficile responso. Qualcuno cerca di aggredirle con sondaggi, misurazioni statistiche e indagini demoscopiche. Accanto a quella più celebre del Sole 24 ore [] ve n’è una commissionata dal settimanale Panorama al «Centro studi Sintesi» di Mestre [], che ha ritenuto di misurare il livello della «qualità della vita» delle realtà locali tra i 10 mila e i 100 mila abitanti attraverso 50 «indicatori di benessere». Sugli oltre 8.000 comuni italiani Gemona si è posizionata all’81° posto, dietro Codroipo (71°) e Cividale (11°). Una buona posizione, anche tenendo conto che tra i criteri di misurazione vi sono la distanza da un aeroporto, il tasso di raccolta differenziata, i giorni di pioggia annui (sic). Ma poi, in fondo, si può misurare la felicità?
[QUI la classifica dei primi 100 comuni]

Gemona c’entri

lunedì, 28 dicembre 2009

Risonanza_magnetica_01

Sanità. È la questione più urgente sul tappeto della politica comunale. Il sindaco Paolo Urbani si sta dando da fare affinché Gemona pesi un po’ di più e veda riconosciuto il suo ruolo. E invece sembra pesare sempre di meno. Emerge chiaramente dagli articoli usciti sulla stampa negli ultimi giorni [], nonostante la voce grossa con cui i nostri amministratori camuffano i propri fiacchi risultati. Uno dei tanti segnali della scarsa credibilità ed efficacia politica di Gemona lo si è visto anche in un piccolo ma significativo fatto che abbiamo riportato anche qui []. Se un emendamento a favore del territorio gemonese viene ritirato subito dopo essere stato presentato e ne passa invece un altro a favore di Tolmezzo senza che – politicamente parlando – nulla accada, è davvero un pessimo segnale. Come «Con te Gemona» abbiamo cercato di comprendere quello che è successo, vista l’oscurità dell’intera manovra, attraverso un’interpellanza depositata dal nostro consigliere Sandro Venturini []. Nella speranza che il nostro territorio sappia uscire da questo isolamento ormai decennale. Con nuove idee e nuove azioni. E chissà, nel tempo, con una rinnovata classe politica.

Numeri

domenica, 27 dicembre 2009

Numeri20

Nella classifica sulla qualità della vita 2009 del Sole 24 Ore, che mette a confronto il «benessere» nelle diverse aree italiane, la provincia di Udine si è posizionata al 17° posto su 107 province italiane.

1Trieste
2Belluno
3Sondrio
4Macerata
5Trento
6Aosta
7Grosseto
8Bolzano
9Siena
10Piacenza
11Rimini
12Ravenna
13Bologna
14Gorizia
15Firenza
16Parma
17Udine

Et incarnatus est

sabato, 26 dicembre 2009

Navtivita01

Il «grande mistero» in musica. Questo pomeriggio alle ore 16.00 in Duomo il Coro Glemonensis presenta un progetto concertistico dal titolo «O Magnum Mysterium»: una cantata sul «mistero» dell’incarnazione. Un prologo, tre parti, un epilogo per voce recitante, coro maschile e femminile, voci bianche. E fiati, percussioni e organo. Un grande spettacolo musicale, insomma. Per arricchire queste giornate di pioggia tracimante.
Testi di Mara Udina, musica e direzione di Davide Pitis. Coro Glemonensis, Coro Kodaly di Udine, Coro Romatino di Concordia Sagittaria, Coro Pueri Cantores di Udine, Gruppo strumentale Ottoni del Friuli – VG.
[Foto: dal film Il vangelo secondo Matteo di P.P. Pasolini]

La bellezza salverà il mondo

venerdì, 25 dicembre 2009

«È vero, principe, che una volta avete detto che il mondo sarà salvato dalla bellezza?» (F. M. Dostoevski, L’idiota)

Buon Natale e buone feste da «Con te Gemona».

[Musica: J.S. Bach (1685-1750), Oratorio di Natale, BWV 248, I. Coro Monteverdi, direttore: J.E. Gardiner]

Immobile sanità

giovedì, 24 dicembre 2009

Palazzo_Scarpa01

La notizia è passata quasi sotto silenzio. Quasi. Il 17 dicembre scorso in consiglio regionale è stato presentato un emendamento che autorizzava l’Azienda sanitaria Alto Friuli ad acquistare un immobile da utilizzare come sede della direzione generale, impiegando un massimo di 1,5 milioni di euro e comprando l’edificio preferibilmente da un «ente pubblico». A presentare l’emendamento è stato il consigliere dell’UDC Alessandro Tesolat []. Nel comunicato stampa relativo alla notizia si sostiene che il consigliere sarebbe stato «sensibilizzato dall’Amministrazione comunale di Gemona». L’emendamento è poi stato ritirato. Con quei soldi si acquisteranno «importanti apparecchiature diagnostiche e medicamentali». Il presidente Renzo Tondo [] ha tuttavia assicurato che l’immobile potrà essere comperato fra due anni, con altri fondi, ovviamente. Si trattava di Palazzo Scarpa []? In attesa della soluzione dell’enigma, con gli stessi fondi all’ospedale di Tolmezzo è stato fatto un bel regalo di Natale: la risonanza magnetica [].

[Foto: A. Coccolo]