La scuola va cambiando

Scuola02

La scuola sta cambiando. Alcuni atti dell’attuale governo sono destinati a incidere fortemente sul sistema dell’istruzione in Italia. Se una riforma seria, profonda e condivisa è una necessità urgente e improrogabile, è anche vero che le inconcludenze e gli errori cui il passato ci ha abituati, sollevano inquietudini e dubbi per il futuro.
Di qui la necessità – dal basso – di farsi carico dell’urgenza educativa e del futuro della scuola nel nostro paese. Di qui i due incontri che il CIDI della Carnia e del Gemonese, d’intesa con il Comitato per la Costituzione di Gemona, l’AUSER Alto Friuli e il Coordinamento delle Associazioni promuovono su questo tema di grande importanza sociale.
Il primo è previsto per domani, venerdì 4 dicembre, alle ore 20.30 presso l’ex Chiesa di San Michele. Titolo della serata: «Quale scuola per quale Paese?» Interverrà Bruno Seravalli, ispettore tecnico dell’Ufficio Scolastico Regionale.
Il secondo incontro è invece previsto per giovedì 17 dicembre, stessa ora e sede. Interverrà Alfredo Contin, docente dell’Università di Trieste, su «Quale Università per quale Paese?» L’inziativa rientra nel progetto «Scuola di cittadinanza», che le associzioni aderenti portano avanti dallo scorso anno.

Tag:

I Commenti sono chiusi