Parole dagli inferi

Bambini_soldato_01

Se voglio capire chi è l’uomo – se mai potrò capirlo – non posso continuare a guardare il mio ombelico. Devo mettermi – almeno quando me ne è data l’occasione – nelle scarpe dell’«altro» e con lui percorrere un tratto di strada. Anche se talvolta questa strada conduce verso l’orrore. Domani, domenica 3 gennaio, il gruppo gemonese di Amnesty International [] ci dà quest’occasione. John Baptist Onama, docente dell’Università di Padova, originario dell’Uganda, nei primi anni Ottanta – all’età di 14 anni – è stato uno delle centinaia di bambini soldato ingaggiati con la forza dall’«Esercito di liberazione del Signore» durante la guerra. Parlerà della sua terribile esperienza alle ore 16.30 in Piazza del Ferro nell’àmbito della «Festa senza frontiere» promossa dal Comitato Borgate del Centro Storico, dal Comune e dalla Pro Glemona. Titolo dell’incontro: «Bambini con il Kalashnikov. Ostaggi della storia che non conosciamo».

Tag: , ,

I Commenti sono chiusi