Bilanci sicuri

Manette_01

Nel trapasso tra un anno e l’altro si fanno bilanci. Delle cose positive e di quelle negative. Com’è stato il 2009? Meglio o peggio dell’anno prima? Domande che ciascuno si pone. Anche i tutori dell’ordine. E infatti nei giorni scorsi la Questura di Udine ha reso noto il bilancio 2009 dei reati commessi in provincia. Con una discreta soddisfazione: un totale di 13.878 delitti a fronte dei 15.261 del 2008. Sono calati i furti totali (7.584 contro 7.533 del 2008) e quelli negli esercizi commerciali (739 contro 762), le rapine (58 contro 64), le truffe informatiche (418 contro 530), le persone denunciate a piede libero (1.937 contro 2.250). Sono rimasti tendenzialmente costanti i furti in abitazione (824) e quelli di autovetture (220). In crescita invece, anche se di poco, i furti sulle automobili in sosta (1.446 contro 1.272). Cresce anche il numero degli arresti (383 contro 334 del 2008). Sono evidenze statistiche che sollevano interrogativi. Ci dicono che il Friuli è una delle zone d’Italia e d’Europa con minore criminalità. Ma allora perché nessuno avvisa i politici «nostrani», anche quelli di Gemona, che la realtà è questa e che non ha molto senso drammatizzare l’emergenza sicurezza qui da noi e soffiare sul fuoco delle paure dei cittadini?

Tag:

Un Commento a “Bilanci sicuri”

  1. Mac scrive:

    al fine di avere una corretta informazione non sarebbe male che il Sindaco rendesse noti i dati relativi ai furti, alle truffe ed agli altri reati relativi a Gemona.