Attività finanziarie

Guardia_finanza_01

Dati alla mano, la Guardia di Finanza nel 2009 ha svolto un intenso lavoro in Provincia di Udine: 1600 verifiche fiscali e 22 mila controlli, da cui sono emerse 900 irregolarità e 14 milioni di IVA non pagata. Non male per la piccola provincia più a est d’Italia. A suo modo sorprendente, se si riflette sulla nomea del popolo friulano «Salt onest e lavoradôr», il dato secondo cui sono state intercettate molte fatture per operazioni inesistenti, per un valore complessivo di oltre 77 milioni di euro. La lotta al sommerso ha permesso di scovare 127 evasori totali, consentendo il recupero di una base imponibile di oltre 32 milioni di euro. Sono stati reintrodotti nelle casse della comunità oltre 2 milioni di euro dai fondi di recuperi erariali. Chissà se le iniziative e i risultati ottenuti della Guardia di Finanza torneranno davvero a vantaggio del territorio, dove purtroppo inizia a scricchiolare il tessuto artigianale ed industriale che ha consentito ai friulani di condurre una discreta qualità della vita durante questi ultimi vent’anni.

Tag:

I Commenti sono chiusi