Impresa pubblica

Puzzle_03

«L’azienda non è solo nostra, ma è un bene per la collettività tutta». Con queste parole si chiude la lettera che il Presidente dell’Associazione Piccole e medie Industrie di Udine Massimo Paniccia ha inviato agli associati, invitandoli a «mantenere e ravvivare quei valori che sono alla base del nostro saper fare impresa, perché così ne usciremo rafforzati e ancora più consapevoli del nostro ruolo per la collettività». Parole sagge, che richiamano alla responsabilità collettiva di coloro che dirigono l’economia del nostro territorio. Questa crisi potrà rappresentare un momento favorevole se risveglierà le motivazioni e gli intendimenti migliori. Se permetterà di chiederci il significato e il valore del «fare impresa», del lavoro e del profitto. Se ci aiuterà a ripensare nuovi rapporti fra «pubblico» e «privato», mostrandoci che anche un interesse individuale, come governare un’azienda, se guidato dal senso della responsabilità, della «cura» e dell’onestà, è un bene per la collettività. Un bene «pubblico».

Tag:

I Commenti sono chiusi