Correzioni di bilancio

Correttore_01

Presentato il bilancio preventivo per quest’anno [], le opposizioni hanno avuto 10 giorni per valutarne pregi e limiti e per proporre variazioni nei capitoli di spesa. Tra i molti motivi di perplessità, tre gli emendamenti che i nostri consiglieri Mariolina Patat, Sandro Venturini e Giacomino Dorotea hanno proposto specificamente:
1. L’attuale amministrazione ha deciso di ridurre l’ICI per le seconde case sfitte dal 6‰ al 4‰ determinando un mancato gettito di 45.150 euro. Cifra che certo non arreca vantaggi rilevanti ai possessori di seconde case (sfitte peraltro, che per quelle in affitto l’ICI ha già aliquota ribassata), mentre potrebbe rappresentare un reale sostegno per famiglie numerose o per anziani in difficoltà;
2. L’attuale giunta, sebbene a parole dichiari di voler sostenere i redditi più bassi, ha deciso di ridurre le somme per l’istruzione, i sussidi per le spese scolastiche delle famiglie. Di qui la richiesta di ripristinare le somme stanziate almeno ai livelli degli scorsi anni;
3. In controtendenza con i recenti orientamenti della Pubblica Amministrazione, il comune di Gemona prevede per il 2010 un aumento degli incarichi esterni di oltre il 100%. Invece che calare, la spesa passa da 317.000 euro a 645.000 euro. Il comune di Gemona spenderà 327.000 euro in più che andranno a consulenti esterni, dimostrando l’incapacità di sfruttare in modo efficiente le risorse interne della struttura comunale. Si propone invece di utilizzare tali somme per fare investimenti duraturi. Dotando ad esempio la sala del cinema-teatro sociale di nuove poltroncine.
[QUI gli emendamenti al bilancio proposti da Mariolina Patat, Sandro Venturini, Giacomino Dorotea]
[QUI il relativo comunicato stampa]

Tag: ,

2 Commenti a “Correzioni di bilancio”

  1. Luisa scrive:

    Nella relazione introduttiva al bilancio, il Sindaco dichiara di aver voluto dare “una svolta radicale alla conduzione amministrativa contenendo le spese generali del Comune operando una riduzione del 4% delle spese correnti ed in particolare dei costi del personale tecnico-amministrativo” scelta che, a dire del Sindaco, “aumenta l’efficienza e produttività della macchina comunale, coinvolgendo maggiormente i dipendenti comunali e che comporta un effettivo risparmio dato che questi costi generali sono i primi a pesare sulle tasche dei cittadini”.
    Mi chiedo come il cospicuo aumento degli incarichi esterni possa conciliarsi con i buoni propositi del nostro Sindaco.

  2. [...] contradditorie. Così è avvenuto per gli emendamenti al bilancio 2010 proposti dalle opposizioni [►]. Tutto secondo legge, sia chiaro. Eppure con una protervia e una mancanza di stile e di coerenza [...]