Il prossimo tuo come te stesso

Immigrati_02

L’Altro fa paura. La diversità fa paura. Soprattutto quando oltrepassa i limiti che le abbiamo imposto. Ad esempio quando gli immigrati aumentano di numero e sgretolano le nostre sicurezze. Fisiche, culturali, psicologiche. È umano aver paura dell’Altro. Ma è umano anche combattere, con le forze della ragione e del cuore, le nostre paure. Guardarle in faccia e convertirle, con pazienza e tenacia, in azioni di tolleranza e di accoglienza. Per fare questo è importante attraversare percorsi di conoscenza e di formazione. Come sta proponendo in questi giorni il Gruppo Missionario della Parrocchia di Gemona, che ha in programma due appuntamenti sul tema dell’Altro, in collaborazione con il Coordinamento delle Associazioni e con la Cineteca.
Questa sera, giovedì 18 febbraio, alle ore 21.00 al Sociale verrà proiettato il film «Il prossimo tuo». Narra le storie di tre persone che per motivi diversi temono l’altro, e attraverso queste paure manifestano la stretta comunione e somiglianza che c’è tra loro.
Sabato 20 febbraio, alle ore 20.30 presso il Centro parrocchiale di via Salcons, si parlerà del «volto dell’altro» attraverso la riflessione di Emmanuel Lévinas, filosofo lituano che ha posto al centro della sua ricerca l’alterità, fino a sostenere che noi stessi, la nostra più intima identità, nasce dal riconoscimento del «volto» di chi ci sta accanto. Interverrà Gianluca De Gennaro, cofondatore della Bottega del Commercio Equo e Solidale di Gubbio, presidente dell’Associazione Civiltà Etica, responsabile dell’Ufficio del Comune di Gubbio per la Cooperazione Internazionale e l’Economia Solidale.

Tag: , , , , ,

I Commenti sono chiusi