Le lingue vanno amate, non messe sotto vetro

Lingue_01

Triestino, bisiaco, gradese, maranese, muggesano, liventino, veneto dell’Istria e della Dalmazia, veneto goriziano, pordenonese e udinese. Da oggi c’è qualcuno che pensa anche a loro. Il Consiglio regionale del Friuli-VG ha da poco approvato una legge che tutela i dialetti di origine veneta. Un passo di civiltà, nel riconoscimento del valore del pluralismo linguistico e culturale?. Sembrerebbe così. Ma noi – friulani sospettosi e un tantino anarcoidi – tendiamo a diffidare di chi, così, facilmente, distribuisce a piene mani diritti. E ci vediamo dietro logiche e strategie equivoche e furbesche. Del tipo: estendiamo a tutti i diritti linguistici, spalmiamo i miseri fondi a disposizione, per non garantire nulla a nessuno, o al massimo per avere mano libera di decidere chi si meriterà i tanto agognati contributi. In breve, tutti tutelati sulla carta, nessuno tutelato di fatto. Forzando anche il dettame costituzionale []. Se ogni parlata locale potrà diventare «minoranza linguistica», il concetto stesso di minoranza linguistica tenderà a diventare vago e approssimativo. No, non ci fidiamo, soprattutto delle attuali forze al governo, destre leghiste e nazionaliste insieme, che da un lato palesano il loro gradimento per la valorizzazione dei dialetti, e dall’altro stanno drasticamente tagliando i fondi per la tutela del friulano e il suo inserimento nella scuola e nei mass-media. E magari un giorno approveranno una legge a difesa del «pignot» o del «tragasan», del «comelianot» o del «fornês». Che intanto saranno reliquie linguistiche che non avremo saputo innestare e vivificare nel presente. Sì, le lingue vanno amate, non messe sotto vetro.
[QUI la legge per la valorizzazione dei dialetti di origine veneta]
[QUI un articolato intervento critico nei confronti della legge]

Tag:

Un Commento a “Le lingue vanno amate, non messe sotto vetro”

  1. admin scrive:

    Sul Messaggero Veneto di oggi, nelle lettere al direttore, l’intervento di Cristiano Shaurli, segretario provinciale del PD, in linea con il nostro post:
    http://www.contegemona.it/Testi/MV_Shaurli_su_friulano.pdf