Comodi?

Potrona_01

Con ottimo tempismo, la Cineteca del Friuli ha proposto alla nostra amministrazione comunale di rinnovare le poltrone del Cinema teatro «Sociale». Ottimo tempismo, in quanto durante l’ultimo consiglio il sindaco Paolo Urbani, incalzato da un emendamento al bilancio di «Con te Gemona», ha dichiarato esplicitamente che un adeguamento della sala si farà. Non ora, certo. Che altrimenti avrebbe dovuto dare ragione all’opposizione – questo mai. Ma a breve, forse il prossimo anno, il Comune interverrà. Buone notizie, insomma. Abbiamo da sempre creduto che il cinema teatro fosse un’importante risorsa culturale ed economica per la nostra cittadina. Un suo ammodernamento risulta necessario, anche per competere con strutture simili sul territorio, innanzitutto con il nuovo «David» di Tolmezzo che sarà inaugurato nelle prossime settimane. La scomodità delle attuali poltroncine sicuramente dirotta altrove molti spettatori.
Dunque, attendiamo. Continuando a sollecitare la giunta che non si adoperi solo per le strade e le piazze – per le quali ha stanziato 800 mila euro per il 2010 – ma anche per altre importanti strutture del paese. E per il momento confortiamoci con le piantine del nuovo progetto proposto dalla Cineteca [], che prevede una riduzione dei posti da 388 a 337, in modo da aumentare lo spazio tra le sedute di oltre 20 centimetri.

Tag:

3 Commenti a “Comodi?”

  1. Toni scrive:

    speriamo che il buon senso alla fine prevalga e che l’intervento si possa fare già nella pausa estiva…… senza attendere il settembre 2011.

  2. admin scrive:

    dal gazzettino del 03.03.10

    Sindaco e Cineteca litigano per le sedie

    GEMONA Chiesti miglioramenti al Sociale

    GEMONA- Il cinema Sociale, salvato grazie all’impegno della Cineteca del Friuli con l’attiva partecipazione del Pro Glemona, torna al centro del dibattito. È andata così in uno scambio di battute tra il sindaco Paolo Urbani e il direttore della Cineteca, Livio Jacob, durante l’ultima assemblea della Pro. Al centro della discussione, l’ultima proposta arrivata in municipio da parte della Cineteca: effettuare investimenti per fare in modo che si risolva definitivamente l’annoso problema delle sedie, da tempo criticate dagli utenti perché scomode e troppo strette. Per lo staff della Cineteca, l’idea sarebbe quella di ridurne il numero, in modo tale che siano più accoglienti, in termini di spazio, per chi viene al Sociale. Ma per Livio Jacob, pure attento alla concorrenza che potrà arrivare dall’ apertura del David di Tolmezzo, si tratterebbe di un’operazione da realizzare il prima possibile: «L’estate 2010 – ha detto Jacob in assemblea – dovrebbe essere l’occasione per dare questa spinta al cinema Sociale. La gente si lamenta delle sedie, e poi sarebbe importante ridipingerlo, mettere delle segnalazioni, insomma, fare quegli investimenti che permettano di qualificare la struttura».
    Dal sindaco, tuttavia, non è arrivato il via libera che ci si aspettava a casa Gurisatti. «Il nostro “no” è dettato – ha detto Paolo Urbani – dal fatto che quella struttura è ancora senza agibilità e noi ci stiamo impegnando per ottenerla, anche con la richiesta di contributi in Regione. Andare a fare interventi ora, potrebbe complicare la chiusura definitiva di quell’iter»
    Piero Cargnelutti

  3. mac scrive:

    una domanda: ma in una struttura senza agibilità si possono proiettare dei film?