Numeri

Numeri31

Criminalità, infortuni sul lavoro, incidenti stradali in Friuli-VG a confronto:

Furti in abitazione 18240.7 ‰ 3
Infortuni sul lavoro (denunciati) 225.92921 ‰
Feriti per incidenti stradali 12.0451.7 ‰

Omicidi 110.001 ‰
Infortuni sul lavoro mortali 2300.02 ‰
Morti per incidenti stradali 1550.05 ‰

[1] Dato 2009.
[2] Dato 2008.
[3] Incidenza per 1000 abitanti

Tag:

5 Commenti a “Numeri”

  1. Manuel scrive:

    si ma è la storia della sicurezza, della criminalità dilagante e dell’invasione di clandestini-tutti-criminali???????????? qui non c’è!!!!!!!!!!!!
    qualcuno glielo dica ai leghisti, per favore.

  2. M.Z. scrive:

    Se sono pretestuosi i leghisti, ancor più i nostri governanti locali. Il Comune di Gemona sta stipulando un’assicurazione, pagata con i soldi di tutti noi, per i danni da furto in abitazione. Non che la criminalità non sia un problema, chiaro, ma il costo vale i benefici, viste le cifre sopra riportate? Sono queste le “vere” emergenze? E’ in questo modo che un Comune deve garantire la sicurezza? E poi pare che la valutazione in merito all’emergenza criminalità compiuta dal sindaco sia basata sul fatto che alcuni mesi fa ha subito un furto in casa sua. A Gemona le scelte politiche si fanno così. E non da oggi.

  3. G.C. scrive:

    Abbiamo bisogno di riacquistare fiducia nella politica, nelle istituzioni, nelle persone elette. Non abbiamo bisogno di amministratori che rincorrono il potere, la corsa ai consensi, i proclami che riempiono la bocca della gente.
    Abbiamo bisogno di gente coraggiosa, che esca dalle logiche di interesse personale o di gruppo. Non abbiamo bisogno di chi dà con una mano e toglie con l’altra.
    Abbiamo bisogno di persone sagge, lungimiranti, attente, rispettose dell’opinione altrui e delle regole, di persone che vedono il prossimo come una ricchezza e non come un ostacolo.
    Abbiamo bisogno.

  4. Sandro V. scrive:

    Per programmare politiche efficaci è indispensabile partire dalla conoscenza approfondita dei problemi. Non di meno è necessario agire per priorità. I numeri ci aiutano in questo senso.

    Un cittadino gemonese ha maggior rischio di subire un furto in abitazione oppure un incidente stradale percorrendo le strade della nostra città?
    Quanti e quali rischi corrono i nostri ragazzi per raggiungere la scuola in bicicletta o a piedi?
    Se le scelte politiche si assumono cavalcando la facile demagogia della paura il risultato sarà quello di disperdere risorse e di alimentare odio e insicurezza tra i cittadini.
    Se invece l’approccio sarà pragmatico sicuramente verrà data priorità agli interventi per garantire maggior sicurezza ai nostri ragazzi che raggiungono la scuola in bicicletta o a piedi. Ed anche la qualità della vita e dell’ambiente dell’intera comunità ne trarrebbero vantaggio.

    E’ solo un esempio naturalmente, ma è sintomatico…