Come Pollicino

Ciottoli

Andar per sassi. Osservare. Come Pollicino, guardare con attenzione i ciottoli e imparare a riconoscerli. Conoscere più da vicino un aspetto solo in apparenza marginale dell’ecosistema fluviale, ovvero l’azione di erosione, trasporto e deposito che il «grande fiume», il Tagliamento, esercita. Scoprire che anche i ciottoli più comuni parlano e raccontano una lunga storia, di tempi e di luoghi lontani.
È questa l’interessante proposta dell’Ecomuseo delle acque del Gemonese [], in occasione della «Giornata mondiale dell’acqua»: domani, sabato 20 marzo, alle ore 17.00, presso la sala consiliare di Palazzo Boton, verrà presentato il volume Guida al riconoscimento dei ciottoli del Tagliamento. Saranno presenti Federico Sgobino, geologo e autore del manuale, Maurizio Tondolo, coordinatore dell’Ecomuseo e Guido Masè, architetto del territorio.
A dimostrazione del fatto che i sassi non sono solo sassi, che il nostro territorio è ricco di sorprese e che c’è ancora molto da scoprire, conoscere e valorizzare, che ciò che sta sulla superficie non sempre è superficiale e che il lavorio lento e costante si traduce sempre in varietà e ricchezza.

Tag: ,

I Commenti sono chiusi