Il pargolo cresce

Bambino al computer

Oggi Contegemona.it compie un anno. Un anno in cui abbiamo cercato, con costanza e passione, di offrire un punto di vista. Il nostro punto di vista. Su Gemona. Soprattutto la sua vita politica, che ci vede impegnati come lista civica in consiglio comuale. Ma anche cercando di mettere in luce i piccoli grandi eventi, le iniziative e le esperienze che i cittadini gemonesi hanno realizzato in questo anno. Gli obiettivi iniziali del nostro progetto rimangono gli stessi: impegnarci attraverso azioni di informazione e di iniziativa politica. Questo abbiamo fatto, questo continueremo a fare con dedizione e umiltà. Ringraziamo i tanti che continuano a seguirci e tutti coloro che collaborano con noi.

Tag:

13 Commenti a “Il pargolo cresce”

  1. Sibelius scrive:

    Complimenti e auguri cordiali per l’avvenire.

  2. Luca scrive:

    Tanti Auguri!!!!!!!!

  3. Thomas Anderson scrive:

    Auguri.
    E complimenti.

    Il sito è costruito come dovrebbe essere.

    Stilisticamente sobrio, ma non spartano nella presentazione;
    sempre aggiornato, ma senza inseguire la cronaca a tutti i costi;
    direzionato politicamente, ma non acriticamente partigiano.

    Mi chiedo solo una cosa: la Matrice è Gemona?

  4. Mariangela F. scrive:

    TANTI AUGURI !! Il sito fa ormai parte delle mie quotidiane fonti di informazioni assieme ai giornali nazionali. Fondamentali le notizie, i fatti e gli aggiornamenti su Gemona che non si trovano altrove. Anche se non condivido alcuni argomenti e secondo me un pò di “pepe” in più non guasterebbe, voglio dirvi GRAZIE e BUON LAVORO!

  5. michele scrive:

    Avanti così!!!!!!!!!!!!!!
    Ottimo lavoro. Siete diventati un punto di riferimento per capire cosa capita nel nostro paese. Grazie infinite.

  6. Pauli scrive:

    Tante grazie per il costante lavoro che quotidianamente svolgete con sobrietà e puntalità. Siete diventati una fonte di lettura quotidiana per una persona come me che legge i vari quotidiani solamente on line (aimè questo per mancanza di tempo).
    Tanti e tanti complimenti, continuate così.

  7. Maurizio D. scrive:

    Un anno di attenta e puntuale opposizione.
    Un anno di impegno e dedizione.
    Un anno di civile riflessione.

    Grazie

  8. Gabriele scrive:

    Anche per me Gemona,
    Grazie Contegemona

  9. Anonimo scrive:

    bravi… bravi… tanto a Gemona non vincerete mai…

  10. Gianni scrive:

    Grazie!

  11. admin scrive:

    @ “Anonimo”:
    Cosa significa “vincere”? Semplicemente sedersi in consiglio comunale dalla parte della maggioranza? Quanti di quelli che vi siedono oggi possono dirsi vincitori di qualcosa? Certo, potranno decidere se finanziare una festa sulla spiaggia piuttosto che la presentazione di un libro, elargire un contributo alla loro associazione del cuore piuttosto che a quella del vicino che gli sta antipatico. Oppure gongolarsi nell’”ebbrezza” di decidere del nuovo piano regolatore comunale. Ma è tutto qui “vincere”? O è cercare di mutare, con paziente costanza, il sentimento civile di una comunità? Costruire relazioni significative, che un domani potranno diventare anche forza politica? Elaborare metodi nuovi, più partecipati trasparenti e democratici, nella gestione della cosa pubblica? Se avremo fatto anche un piccolo passo avanti in queste direzioni, tra qualche anno potremo dire di aver “vinto”. Sedere sui banchi della maggioranza non è e non sarà mai il nostro primo pensiero. Governare – crediamo – è uno strumento, mai un fine.

  12. Lodovico Copetti scrive:

    Vincere è arrivare primi alle elezioni, nessun dubbio; ma è anche e soprattutto quando Gemona ottiene qualcosa di significativo, quando fa un passo avanti. Come è successo con la ripertura della biglietteria ad esempio.
    Il fatto che ci sia un’opposizione viva, che lavora non può che essere una vittoria per il nostro paese. Vuol dire che oltre a chi siede sui banchi della maggioranza ci sono altre persone che cercano di dire e fare anche loro qualcosa per una “Gemona diversa”; idee diverse certo ma per lo stesso paese, non dimentichiamolo mai. “Right or wrong, my country” direbbero gli inglesi. E la ricchezza di idee, il confronto anche se aspro a volte possono essere solo un bene per la nostra città.
    Tanti auguri “Con te Gemona”

  13. rosanna cucchiaro scrive:

    @”anonimo”
    vincere oltre che un onore è anche un onere,sicuri di essere in grado di sostenerlo?assistenza e sanita sono settori importanti e complessi,essere degni della vittoria è anche affidare l’assessorato a persona capace,pescate dai vincitori un “altrnativa”e………auguri!