Prendersi cura di chi non ha cura

Vecchie mani

Le cure palliative si occupano in maniera attiva e continua dei pazienti colpiti da una malattia che non risponde più a trattamenti specifici e la cui diretta conseguenza è la morte. Il controllo del dolore, di altri sintomi e degli aspetti psicologici, sociali e spirituali è di fondamentale importanza per accompagnare il malato durante il suo percorso di vita. Lo scopo delle cure palliative è il raggiungimento della miglior qualità di vita possibile per i pazienti e le loro famiglie.
Nel corso di questi ultimi anni si è parlato molto riguardo a questo tema. Si è legiferato, sono stati fatti studi approfonditi, gli enti di competenza hanno intrapreso diverse strade per ottenere il meglio per il paziente che attraversa un percorso di sofferenza.
Anche a Gemona c’è chi si muove in questa direzione e pensa agli altri. L’Avulss, l’Associazione per il Volontariato nelle Unità Locali dei Servizi Socio-sanitari, ha organizzato due incontri per affrontare con profondità e serietà il tema delle cure palliative.
Venerdì prossimo, 3 settembre alle 20.30, Enrico Vigevani, direttore del reparto di oncologia dell’Azienda sanitaria n.3, interverrà sul tema Le cure palliative: non solo dolore.
Martedì 21 settembre, invece, sempre alle 20.30, Gioia Rimondi, anch’ella oncologa della nostra azienda sanitaria, affronterà l’argomento Le cure palliative e continuità assistenziale: organizzazione della rete nell’Ass. 3 e progetti futuri. Entrambi gli incontri si terranno presso l’aula magna dell’Ospedale di Gemona.
[QUI l’indirizzo email dell’Avulls di Gemona per ulteriori informazioni]

Tag: , ,

I Commenti sono chiusi