Porta a porta

Porte

E finalmente dovrebbe partire. Sono mesi che sollecitiamo l’amministrazione comunale affinché anche a Gemona si dia avvio a un nuovo sistema di raccolta rifiuti, siccome siamo ancora sotto il 40% di differenziata []. Avevamo inoltrato un’interpellanza []: l’assessore competente Luigino Patat, dopo due mesi di attesa, ci ha risposto. In modo vago [], scaricando la responsabilità sulla Comunità Montana, che avrebbe ritardato l’indizione della gara, anche a causa della contrarietà di alcuni comuni. Questa la risposta scritta. Poi però, durante l’ultimo consiglio comunale, l’assessore Patat ha garantito che la raccolta «porta a porta» sta partendo e che, a suo dire, porterà anche dei benefici economici per i cittadini. Dubbi ce n’è, soprattutto in merito ai disguidi che il porta a porta arrecherà nei primi periodi. E allora vanno sensibilizzati i cittadini con campagne di «accompagnamento» in cui si spieghi come si svolgerà il nuovo servizio e ciò che si deve fare. Oltre a noi, che lo ripetiamo da tempo e che più volte ci siamo resi disponibili ad elaborare un piano per promuovere la nuova raccolta, l’ha sottolineato con chiarezza anche il consigliere di maggioranza Andrea Palese. Siamo fiduciosi. I gemonesi sono pronti per questo «scatto» di civiltà. Ora è la politica che deve agire di conseguenza.

Tag: , ,

3 Commenti a “Porta a porta”

  1. Pieri scrive:

    Fiduciosi si ma ci piacerebbe anche sapere le tempistiche reali.

    Parlando NON in politichese “STA PARTENDO” significa “è una questione di giorni, massimo 2 settimane.”
    Dubito che in questo caso abbia lo stesso significato…
    E allora l’unica cosa che il cittadino vorrebbe è che le parole dette dai politici avessero lo stesso significato di quelle lui usa nel suo quotidiano.

    L’assessore con correttezza ci dica le tempistiche vere, poi noi giudicheremo se avrà saputo rispettare gli impegni….

  2. admin scrive:

    @Pieri
    L’assessore, durante il consiglio comunale, non ha indicato alcuna data. Sappiamo però, da alcuni articoli apparsi sulla stampa locale, che la Comunità Montana sarebbe intenzionata ad avviare il servizio dal gennaio 2010. Non resta che attendere, quindi. Certo, risulta evidente tutta l’approssimazione di cui hanno saputo dare sfoggio i nostri amministratori locali nella gestione della vicenda.

  3. Pieri scrive:

    @admin

    ovviamente 2011…..

    comunque grazie dell’integrazione.