Abbiamo lottato. Insieme

Liberazione Udine

Durante la Repubblica libera della Carnia si sperimentò, seppur per breve tempo, la rinascita della democrazia e della riconquistata libertà dopo le tragedie del Ventennio, della guerra, dell’occupazione e dell’annessione tedesche. Vi si sperimentò, seppure parzialmente, il suffragio democratico e il voto alle donne, il pluripartitismo, la libertà d’insegnamento. Fu un’esperienza che contribuì a modellare il clima in cui nacque la Costituzione repubblicana. Fu anche un momento di violenze, di conflitti e di contraddizioni. Come tutti gli snodi decisivi della storia umana. Ma in cui uomini saggi e lungimiranti seppero trovare un compromesso. Un alto compromesso in cui ciascuno rinunciava al proprio vantaggio politico per il bene di tutti. Le esperienze vissute nella Zona libera della Carnia e del Friuli furono un grande (mai più ripetuto?) momento della nostra storia. Un momento che non è ancora stato valorizzato a dovere. Non tanto dagli storici, che l’hanno ampiamente indagato, e continuano a farlo. Ma dalla politica, dalla scuola, dalle istituzioni culturali, dai mass-media. Dalla società.
Per colmare questa lacuna la Regione Friuli-vg e l’Università di Udine hanno dato vita al progetto denominato «Repubblica della Carnia 1944. Le radici della libertà e della democrazia». L’iniziativa prevede quattro diversi momenti: un percorso didattico multimediale rivolto alla scuola secondaria da inserire nell’ambito del nuovo insegnamento «Cittadinanza e Costituzione», per il quale vi è la collaborazione della De Agostani Scuola; un convegno internazionale di studi storici per presentare nuove ricerche e comparare l’esperienza della Zona Libera della Carnia e del Friuli a quella di altre zone partigiane in Italia e all’estero; un film-documentario girato sui luoghi della storia che raccolga le testimonianze degli ultimi protagonisti della guerra partigiana; un progetto di percorso di turismo storico e ambientale nei luoghi della Resistenza. Alla presentazione dell’iniziativa, il presidente della Regione Renzo Tondo ha affermato: «In un momento difficile della storia di questa terra tutti i comandanti partigiani decisero di sedersi attorno a un tavolo, di ragionare assieme, di costruire i presupposti per rilanciare un’autonomia della gestione del territorio, dei boschi e soprattutto di dare un messaggio di grande unità e serietà in un momento difficile». Siamo pienamente d’accordo con lui. Uno stile da seguire anche nell’oggi.
[Foto: I maggio 1945. Partigiani entrano a Udine]

Tag: , ,

Un Commento a “Abbiamo lottato. Insieme”

  1. admin scrive:

    Chi fosse interessato all’iniziativa, ora può anche consultare il sito internet dedicato:
    http://repubblicadellacarnia1944.uniud.it/liniziativa