La verità, prima o poi, paga

Bocca della verità

Quando le parole della politica non sono chiare e univoche, nei cittadini nascono dubbi, crescono sospetti e diffidenze. Sulle vicende della sanità e dell’ospedale sono ormai anni che i gemonesi hanno perso fiducia nei loro rappresentanti politici, specie in quelli che hanno governato cavalcando paure, esasperando i toni e vendendo ottimismo non giustificato dai fatti.
Quegli anni li abbiamo alle spalle, tale almeno è la nostra speranza. A meno che non si decida di continuare a nascondersi dietro le parole, a sostenere che tutto rimmarrà uguale, che i servizi sanitari verranno ampliati, mentre invece si intende smantellare, chiudere, riorganizzare. Non vorremmo che le recenti parole del sindaco di Gemona, che ha garantito il mantenimento dell’offerta sanitaria del nostro ospedale, venissero smentite da future scelte che la Regione potrebbe intraprendere a sfavore del nostro territorio. Per tali motivi, crediamo sia corretto fare chiarezza, e che ai cittadini sia comunicata la reale situazione, senza infingimenti e titubanze. La verità, prima o poi, paga. Anche politicamente.
[QUI il comunicato stampa congiunto di Sandro Venturini, capogruppo di «Con te Gemona» e di Mariolina Patat, capogruppo di «Idee in Comune»]
[QUI Le linee per la gestione 2011 del servizio sanitario regionale]

Tag: ,

Un Commento a “La verità, prima o poi, paga”

  1. Sandro V. scrive:

    Cfr. pag. 10 delle Linee di Gestione 2011 del SSR.