«E il naufragar m’è dolce in questo mare»

Berlusconi bacia Casini (14.12.2010)

Ieri, incassata la fiducia mentre fuori dal Parlamento si scatenava la violenza, i deputati del Pdl si sono abbracciati. Sembravano naufraghi tratti in salvo. Intanto il livello del debito pubblico italiano a ottobre è salito a 1.867 miliardi di euro; 66 miliardi in più rispetto all’ottobre di un anno fa. I veri naufraghi siamo noi.

Tag:

3 Commenti a “«E il naufragar m’è dolce in questo mare»”

  1. Gianni P. scrive:

    Sagace commento!
    Triste verità!

  2. Pieri scrive:

    per continuare nelle belle notizie….

    Secondo i dati di Bankitalia, rilevati secondo il gettito di cassa (l’economia segue invece la competenza) dunque, nei primi dieci mesi del 2010 le entrate tributarie del Bilancio dello Stato si sono attestate a 294,307 miliardi di euro, riducendosi dell’1,8% (-5,2 miliardi) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nel solo mese di ottobre, le entrate tributarie – riferisce ancora la Banca d’Italia – sono state pari a 28.230 milioni di euro, in lieve calo rispetto ai 28.489 milioni di euro dell’ottobre 2009.

    fonte:sole24ore