+ stato di diritto – reati

Giustizia

Puntuali come ogni anno arrivano i dati della Questura di Udine sui reati in provincia nel 2010, che mostrano ancora un calo rispetto al 2009 []. In totale il 7% in meno (13.230 contro 14.772 dell’anno precedente). Sono diminuiti i furti (7.196 contro 7.802), le truffe e le frodi informatiche (428 contro 517), le rapine (44 contro 60). Notevole anche la diminuzione dei furti di autoveicoli e ciclomotori (206 contro 301), su autovetture in sosta (1.087 contro 1.477) e quelli negli esercizi commerciali (652 contro 758). In leggero aumento i i furti in abitazione e quelli con destrezza (488 contro 465). Decisa diminuizione anche degli arresti: 219 contro i 355 del 2009. Il questore di Udine, Antonio Tozzi, attribuisce la diminuzione dei reati all’«attività incisiva di controllo e prevenzione e una buona sinergia con la popolazione».
Dati e parole confortanti. Ma stiamo certi che qualora cominciassero le danze per le elezioni del parlamento, TV e giornali riprenderanno a parlare di sicurezza, immigrati e fomenteranno paure. Unico rimedio il tenace appello alla razionalità e la fiducia nello stato di diritto.

Tag: ,

I Commenti sono chiusi