A che servono le strade?

Strada

Le vicissitudini della Cimpello-Gemona sembrano proprio non aver fine. Tra progetti, promesse e dietro-front è ancora difficile conoscere come sarà la nuova arteria che dovrebbe collegare l’A28 Portogruaro-Pordenone all’A23 Palmanova-Tarvisio. Se gran parte delle istituzioni sono favorevoli all’opera, che una volta completata potrebbe alleggerire l’A4 dei veicoli provenienti dall’Austria e dall’Europa nordorientale, ci sono anche alcuni dubbi e interrogativi.
Recentemente, ad esempio, il presidente di Confartigianato della zona di San Daniele, Leandro Cimolino, ha riferito che il progetto della strada di collegamento sta evolvendo fino a farla diventare una vera e propria autostrada. E per ridurre i costi sembra che si finisca per risparmiare su molti svincoli, in quanto poco convenienti per il costruttore e il gestore. Si verrebbe così a realizzare un’arteria dal forte impatto sui territori, ma dalla scarsa utilità per i territori stessi, perché non adeguatamente «accessibile». Anziché dare una risposta all’isolamento dell’area, evitando lo spopolamento delle zone montane e pedemontane, si avvantaggerebbe il fluire delle merci in transito piuttosto che aiutare le imprese locali. Purtroppo, questo genere di scelte, negli ultimi anni, ha indotto diversi artigiani e imprenditori a trasferire la propria attività in pianura, vicino alle città. È questa la politica per la tutela e la promozione delle comunità locali? Le strade sono per la gente, o la gente per le strade?

Un Commento a “A che servono le strade?”

  1. Sandro V. scrive:

    Per chi vuole conoscere i dettagli del progetto, segnalo i documenti presenti in qst indirizzo:

    http://www.regione.fvg.it/rafvg/utility/dettaglio.act?dir=/rafvg/cms/RAFVG/MODULI/bandi_avvisi/BANDI/0418.html&template=print

    In particolare gli allegati n. 2, 47 e 48.