Legge Brunetta a Gemona: così così

Dalla carta al digitale
di Sandro Venturini

Dal 1° gennaio scorso è entrata in vigore una delle tante norme «Brunetta» sulla trasparenza nella pubblica amministrazione. Tra i vari articoli della legge 69/2009 il n. 32 riconosce l’effetto di pubblicità legale solamente agli atti e ai provvedimenti amministrativi pubblicati dagli Enti Pubblici sui propri siti informatici: dal punto di vista legale – e già da tre mesi – vale esclusivamente l’Albo pretorio on line, mentre quello cartaceo diventa superfluo. La norma vale per bandi di concorso, permessi di costruzione, delibere del Consiglio e della Giunta comunale, elenco dei beneficiari di provvidenze economiche, pubblicazioni di matrimonio, ecc. Sono invece esclusi i bandi di gara («procedure a evidenza pubblica») e i bilanci, che tuttavia dovranno essere pubblicati on line a partire dal 1° gennaio 2013 (e infatti per il momento ci pensano siti «privati» come il nostro).
E il Comune di Gemona com’è messo con il rispetto della legge «Brunetta»? A una prima indagine, così così. Se da un lato vanno riconosciuti ai dipendenti comunali impegno e dedizione nell’applicare la norma, dall’altra si riscontrano ancora difficoltà di carattere tecnico (documenti importanti non si «aprono»), di tempistica (delibere e determine vengono immesse in linea diversi giorni dopo la loro promulgazione) e di completezza (allegati importanti sono assenti). La causa – a nostro avviso – è tutta politica. L’informatizzazione di un Comune con quasi un centinaio di dipendenti richiede un investimento strategico e organizzativo ben superiore a quanto sta facendo la giunta Urbani. Auspichiamo che la situazione migliori con l’aggiornamento del nuovo sito internet comunale. Anche perché risulterebbe poco giustificabile ai cittadini il fatto che nel 2011 si spendano 9.223 euro per il solo aggiornamento del software comunale, se poi le cose continueranno a funzionare «così così».

Tag:

Un Commento a “Legge Brunetta a Gemona: così così”

  1. Anonimo scrive:

    Non ero a conoscenza di questa novità . Grazie molte delle informazioni che date puntualmente. Mandi. Paola