Ricicla, Gemona

Recycle

Con l’approvazione dei regolamenti durante il consiglio comunale di lunedì scorso [], si è entrati nel vivo della nuova modalità di raccolta rifiuti a Gemona. Il sistema «porta-a-porta» inizierà a giugno prossimo e prevederà l’utilizzo dei nuovi contenitori domestici e l’eliminazione dei tradizionali cassonetti. In questi giorni è partita l’attività di sensibilizzazioni sul territorio. QUI il calendario degli incontri.
La Comunità Montana e l’amministrazione comunale hanno già predisposto il materiale informativo che verrà distribuito a tutti cittadini. Si tratta di opuscoli puntuali e dettagliati che indicano le tipologie di rifiuto da differenziare [], la cadenza settimanale della raccolta [], il calendario mensile [], l’elenco dettagliato dei rifiuti [] e molto altro ancora. Ci sarà a disposizione anche il numero verde 800 611929.
L’obiettivo di questo sforzo a cui Gemona è chiamata – ultima tra i paesi del circondario – risulta ambizioso ma raggiungibile: incrementare la percentuale di raccolta differenziata a tassi attorno al 70%. Da parte nostra, avendo seguito tutto l’iter del progetto, siamo certi che i gemonesi – pur con gli ovvi disagi che il nuovo sistema comporterà nei primi tempi – sapranno essere efficienti e accurati nella raccolta. L’ambiente, del resto, «ci riguarda». Tutti.

Tag:

Un Commento a “Ricicla, Gemona”

  1. Sandro Venturini scrive:

    Come ho ricordato anche nel corso del Consiglio Comunale, in questo momento è quanto mai necessario accompagnare l’avvio del nuovo sistema di raccolta differenziata dei rifiuti con una massiccia e strutturata campagna di informazione.
    Oltre agli incontri informativi nelle borgate e al materiale promozionale sarebbe utile pensare anche a delle borse lavoro per sostenere alcuni “divulgatori” che potrebbero prestare assistenza alle persone in difficoltà ed affiancarsi ai volontari delle associazioni di volontariato gemonese che hanno dato la disponibilità a svolgere azioni di supporto in tal senso.
    Al riguardo ci sono molte interessanti esperienze “in rete”, ad es. qui http://www.isprambiente.gov.it/site/it-IT/.

    Questa volta si può copiare da internet.
    Idee efficaci però!