La Gemona di sopra e la Gemona di sotto

Gemona

Ricco di iniziative questo 35° anniversario del terremoto del 6 maggio 1976. Ne menzioniamo due, che ci sembrano di particolare interesse. Questa sera, mercoledì 4 maggio, alle ore 21 presso il Sociale la Cineteca propone la proiezione di una serie di filmati su com’era Gemona prima del sisma. Nel dettaglio si potreanno vedere: Gemona (1952) e Carnevale 1952 di Antonio Antonelli; Gemona 1972-1973 di Cesare Sabidussi; i segmenti gemonesi di Dietro le spiagge, sopra le colline (1976) di Giulio Mauri, della Sentinella della Patria (1927) di Chino Ermacora e di Autunno 1975 – Primavera 1976 di Lucio Forgiarini; Nevicata a Gemona (1968) e L’autunno non è triste (1970) di Mario Copetti, Castelli in Friuli (1977) di Eraldo Sgubin; i servizi della Rai Gemona e i suoi monumenti del 1965 e Dongje il fogolâr (1962) di Giorgio Trentin. Prima delle proiezioni la scrittrice Maria Carminati presenterà il volume di Ercole Casolo dal titolo Le terre emerse dell’agro gemonese, pubblicato di recente dal Centro Studi Accademia di Gemona.
Giovedì 5, invece, a partire dalle ore 9 presso il Glemonensis si terrà il convegno «1976-2011: 35 anni di ricerche geologiche e sismologiche. Dove nascono, come evolvono e cosa provocano i terremoti nel nostro territorio». Promosso dall’Ordine dei Geologi del Friuli-vg e dall’Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, il convegno vedrà la partecipazione di professionisti e ricercatori che operano nei campi della geologia, della sismologia e dell’ingegneria antisismica. Moderatore dell’incontro sarà Franco Vaia, già docente di geologia presso l’Università di Trieste. Numerosi gli interventi: Maurizio Ponton, sulla complessità geologico strutturale del settore gemonese; Dario Slejko, sulla sismicità storica del Friuli; Pier Luigi Bragato, sulla sismometrica regionale; Gianni Bressan, sulle sequenze sismiche; Carla Barnaba, sugli effetti di sito; Alberto Moretti, sui danni al patrimonio edilizio. Chiuderà l’incontro Alberto Chiandussi con un intervento sugli effetti sismo indotti. All’iniziativa parteciperanno anche gli studenti di alcune classi delle scuole superiori di Gemona.

Tag: ,

I Commenti sono chiusi