Il castello non si vede

Sella Sant'Agnese - Ventaglio

«Per dove passerò?» Domanda fatale di ogni alpinista. Aprire una via d’arrampicata è una scoperta, un atto di coraggio e una responsabilità. Verso se stessi e nei confronti della natura. Anche a Gemona vi sono luoghi che da anni sollecitano la domanda. Uno di questi è senz’altro la struttura rocciosa che sovrasta sella Sant’Agnese, tra le più suggestive località del nostro paesaggio gemonese. Una parete di roccia a strapiombo, a forma di ventaglio. Ora qualcuno c’è passato, ha trovato la via, anzi l’ha aperta. Lo scorso settembre i fratelli Massimo e Guido Candolini, muniti di imbragatura, corda, rinvii, trapano e tasselli, si sono fatti strada lungo la parete. Ne è uscita una via sportiva, difficile, 85 metri, tre tiri, 7° con un tratto in A0 (da liberare, per chi ce la fa). L’hanno chiamata «Alcade, non si vede il castello!». E sul loro blog ci scherzano pure sopra []. Il loro obiettivo era scattare una foto. Dalla sommità speravano di fotografare il castello. Ma il castello non si vede. Così hanno fotografato una gru e un ammasso di ruderi. Ma tant’è, sono soddisfatti lo stesso: la ragione del viaggio è viaggiare, mica raggiungere l’obiettivo. Lo sanno bene anche i politici.

Tag: ,

I Commenti sono chiusi