Lis olmis dai lûcs

Cartelli bilingui

I nons dai lûcs no son segns arbitraris. A puartin cun sè memoriis e savôrs. La storie di une comunitât e passe ancje pal «topos», pe inmagjine, vere o costruide, che si à di un teritori e pai nons che te storie si son dâts la volte. La toponomastiche e je une sience, fra tantis altris, par mostrâ in filigrane la vicende umane.
Usgnot, Vinars ai 17 di Jugn a lis 6 e mieze di sere, tal ambit dal cors di lenghe e culture furlane di Glemone, li dal Auditorium di «San Michêl», Franco Finco, insegnant di lenghistiche ae Universitât dal Friûl, al tignarà une lezione intitulade «Storie dal Friûl tai nons di lûc». Si fevelarà di toponomastiche de Patrie, duncje, cuntun voli di rivuart pal teritori di Glemone.
L’incuintri, curât dal Sportel sorecomunâl dal Glemonàs pe lenghe furlane e de Societât Filologjiche [], al è viert a ducj.

Tag: ,

I Commenti sono chiusi