Vita pendolare

Pendolo

La Consulta dei Pendolari F-VG [], di cui uno dei rappresentanti e promotori è il consigliere comunale di Gemona Andrea Palese, ha consegnato recentemente all’Assessore regionale ai Trasporti Riccardo Riccardi un dossier informativo di 35 pagine dal titolo «Il servizio ferroviario in F-VG. Proposte & Suggerimenti Giugno 2011» []. Il lavoro illustra pregi e difetti del trasporto su rotaia in regione, e dedica particolare attenzione alle tratte lungo la Pontebbana. Riccardi, oltre ad aver apprezzato il documento, sembra aver accolto la proposta di costituire in modo ufficiale la Consulta degli Utenti Ferroviari del Friuli-vg. La puntualità e lo stato della pulizia dei treni rimangono ancora i due problemi principali, anche se per quanto riguarda la tratta Gemona-Udine i ritardi e le soppressioni dei treni sono stati limitati rispetto alle altre linee. Per ciò che riguarda la pulizia qualcosa è già stato fatto. È stato completato il restyling dei sedili delle «Ale801», e anche i semi-nuovi «Minuetto» saranno completamente rifoderati con telini lavabili. Resta ancora da completare la sostituzione dei telini dei sedili. I pendolari lamentano però l’aumento della soppressione dei treni. Nei primi cinque mesi del 2010 le soppressioni registrate erano 238; nel 2011 invece sono salite, per lo stesso periodo, a 434. Trenitalia ha confermato la messa in servizio dei 4 nuovi treni «Vivalto» nei primi mesi del 2012. E nel marzo del 2013 entreranno in esercizio 8 nuovi treni commissionati dalla Regione. Positiva la reintroduzione di un collegamento giornaliero diurno con la vicina Austria. Il collegamento verrà garantito con 2 coppie di treni sulla relazione Udine-Villach. La Consulta, che aveva chiesto l’introduzione di un collegamento mattutino in fascia 10-12 da Tarvisio a Udine, ha con soddisfazione visto accolta la sua richiesta. L’Assessore ha promesso un notevole miglioramento per quanto riguarda le biglietterie self service. Entro la fine del 2011 dovrebbero essere sostituite tutte le attuali emettitrici con altre di nuova generazione lungo tutta la tratta. La consulta ha inoltre chiesto, per favorire l’acquisto dell’abbonamento da parte dei pendolari che rientrano a Gemona la sera, che venga ampliato l’orario serale della biglietteria negli ultimi 3 giorni del mese. Da segnalare, inoltre, la proposta fatta dalla Consulta denominata «Operazione Stazioni Minori», finalizzata al recupero di alcuni spazi delle piccole stazioni da utilizzare per finalità sociali e ricreative. La Consulta, infine, rinnova dal suo blog l’invito a servirsi della biglietteria di Gemona, così fortemente voluta. Ora si tratta di sostenerla e difenderla. Noi di «ConteGemona» non possiamo che complimentarci per il lavoro che la Consulta dei pendolari sta portando avanti, e dare visibilità ai i risultati già ottenuti a vantaggio dei molti pendolari del Gemonese.[gv]

Tag:

I Commenti sono chiusi