Numeri

Numeri

Spesa preventivata da parte dell’amministrazione comunale di Gemona per l’organizzazione del concerto di «Giuliano Palma & the Bluebeaters» in programma per sabato 2 luglio 2011.

Preventivo spesa concerto30.000 €

Tag: ,

13 Commenti a “Numeri”

  1. R.R. scrive:

    Bravo… sindaco Urbani… soldi ben spesi… arriverà a Gemona tanta gente…

  2. Luca scrive:

    Organizzare eventi è sempre una sfida e il sindaco l’ha colta al volo. Credo che ognuno si auguri un successo e moltissima gente ma poichè il Comune non è un impresa che trae utile dai biglietti venduti (anche perchè in questo caso il concerto è gratuito)per poter dire soldi ben spesi o mano occorre trovare il parametro di giudizio. Suppongo che la giunta quando ha deciso di fare questo investimento (perchè questo io spero sia!) si sia fissata degli obiettivi sui quali giudicare poi l’azione. A me piacerebbe conoscerli e oggi.
    Mi piacerebbe sapere quante persone minimo ci si aspetta, di queste quante debbano essere non di Gemona e quanti dei comuni non contermini, mi piacerebbe sapere quanto ciascun spettatore dovrebbe spendere a Gemona in quella sera, mi piacerebbe sapere qual’è il target promozionale di questo evento, quali sono i feedback previsti…..
    Ovviamente tutto deve essere messo sul piatto della bilancia: immagine di Gemona, gente che arriva e spende soldi a Gemona (perchè se non spende è INUTILE fare investimenti)…. e nei costi i 30.000 ma anche le spese degli operai comunali che dovrannno preparare e pulire il tutto, tutti gli aspetti organizzativi e la promozione se è prevista.

    Ovviamente la mia non vuole essere un’analisi dettagliata ma vorrei offrite solo qualche spunto di riflessione.
    Non appartengo alla schiera di quelli che dicono, senza aver nessun dato in mano: “ah soldi buttati via” ma neppure a quelli che basta fare per far bene.
    I soldi pubblici sono di tutti noi, ci vuole fantasia, concretezza, azione ma anche molta attenzione, rigore, serietà e programmazione e una serie analisi dei costi/benefici. Questo nella BUONA Pubblica Amministrazione.

  3. Paolo C. scrive:

    certe iniziaitive,come quella di pistorius che costa oltre 50.000 euro solo per averlo qua qualche giorno,sembrano più degli spot elettorali per il sindaco che un vero ritorno per gemona.anche perchè nessuno dice quali sono i criteri utilizzati per misurare la bontà di queste iniziative che costano così tanto.quanti turisti devono venire a gemona per recuperare tutti questi soldi?nessuno ce lo dice.e poi c’è il sindaco,che continua a mettere in mostra se stesso più che gemona…lo dimostra anche il fatto che gli altri assessori,Revelant e Marmai in questo caso,sono inesistenti…sul giornale solo e soltanto il sindaco.come fosse da solo in giunta…non è che sta già scaldando i motori per andare in regione?…

  4. S.Venturini scrive:

    C’era una signora anziana l’altro giorno davanti a me al banco degli affettati alla Coop.
    Ha ordinato un etto di cotto, di quello a più buon prezzo.
    La commessa ha un po’ abbondato e le ha chiesto “lascio?”
    La signora ha scosso la testa e si è girata verso gli altri clienti: “Cu la minime si stente a rivâ a fin dal meis!”
    Teniamo conto anche di questo.

  5. Simone scrive:

    io sono di aquileia e domani sera salirò a gemona x il concerto.
    3/4 di pieno di benzina, 6eur di autostrada andata e ritorno… no, mi spiace ma non ho intenzione di spendere troppi soldi a gemona :)

  6. Paolo C. scrive:

    @ Simone
    se ci saranno…facciamo… 2000 persone vorrà dire che il sindaco di gemona ha regalato 15 euro a testa per vedersi il concerto… euro nostri… pagati con le nostre tasse…

  7. Francesco Patat scrive:

    Non so quante persone c’erano, ma io mi sono divertito.

    Non mi stupisce però che gli artisti non siano attratti dalla nostra zona per suonare, ai concerti di questo genere la folla canta, salta e soprattutto nelle prime file fa casino. A Gemona no. Qui le signore in prima fila vogliono stare ferme come a un concerto di violino, e per impedire agli altri di divertirsi non esitano ad alzare le mani e minacciare (si veda il livido sulla mia spalla provocato dalle unghie di una rispettabile spettatrice e la lunga serie di spintoni e urla da parte di diverse persone).

    Non mi stupisce che Giuliano Palma si sia rifiutato di fare autografi e foto con i fan.

    Friulani lasciatevi andare, gli altri non sono pericolosi e al massimo saltando annusate un po’ di puzza di sudore!

    (in attesa del riscontro economico della manifestazione)

  8. Roby scrive:

    @ Francesco
    Eppure c’era di che saltare e ballare, se non altro per scaldarsi!
    Spero che le “signore delle prima” siano andata a casa come dei baccalà.
    Quanto a Giuliano Palma: un vero cafone, ma chi pensa di essere: il Liga? Neanche l’unghia del mignolo sinistro!
    Torni pure da dov’è venuto che non ne sentiamo la mancanza.

  9. Marco P. scrive:

    @ Francesco
    visto che il concerto è stato regalato dal comune non c’è nessun riscontro economico… secondo te Francesco quanto persone ci saranno state? secondo me tra le 500 e le 800 in tutto… molte sono andate via appena finito senza ascoltare il bis…

  10. admin scrive:

    @ Marco P.,
    sul Messaggero Veneto di oggi l’assessore alla cultura sostiene che ci siano state 3.000 presenze al concerto. A questo punto, almeno per onor di verità, sarebbe interessante capire quanta gente c’era. Per lo meno il range di massima, perché tra le 500-800 di Marco e le 3.000 del comune ce ne corre di differenza. In un caso avremmo pagato, con le nostre tasse, 60 euro per persona presente, nell’altro “solo” 10.

  11. Anonimo scrive:

    penso che un 1500-2000 persone possano esserci state, c’era gente anche su per la salita della galleria quando sono arrivato.. magari non si saranno fermate lì tutto il concerto.. in realtà ho visto la folla all’inizio del concerto e poi essendo davanti mi son girato solo a concerto finito quando la folla si era dispersa..
    quanto ai dati sul messaggero, si sa che abitualmente tutto ciò che succede viene gonfiato a dismisura per una insana abitudine al sensazionalismo.

    riscontro economico intendo dato dai chioschi e dalla pesca, ipotizzo che per una quantità di gente del genere ci si possa aspettare un 10000 euro di incassi (anche se forse sono un po’ troppo ottimista).. chi avrà i dati faccia sapere..

  12. Francesco Patat scrive:

    (scusate l’anonimo di prima ero io)

    @ Roby: tranquillo, ci pensavamo noi a scaldare l’aria intorno alle signore!

  13. Mr. Londero scrive:

    …arieccoci con i numeri gonfiati, reali quando si tratta di soldi spesi, irreali quando si tratta di presenze.