Della musica e degli dèi

Suonatrice d'arpa

Un’antica leggenda irlandese narra che l’arpa fu inventata da Canola, una dea di Erin. Abbandonato l’amante a causa di un litigio, la dea, vagabondando in un bosco, sentì una musica bellissima, si fermò e cadde addormentata. Al mattino scoprì che era stata prodotta dal vento che soffiava attraverso i tendini di una carcassa di balena trasportata a riva dalle onde del mare. Da quella visione trasse l’idea per costruire la prima arpa.
Domani sera, venerdì 8 luglio, a partire dalle ore 21.15 presso i giardini del Castello, la Pro Loco propone una serata di musica celtica con il gruppo «Girotondo d’arpe», formazione di arpe folk a cui si affiancano il violino, il flauto, la voce ed il bodhran. I componenti dell’ensemble, attivo dal 2003, provengono da diverse realtà musicali e il repertorio proposto si ispira a melodie e motivi della tradizione irlandese e bretone, rielaborate per l’occasione. Una serata per coloro che credono, come gli antichi abitanti di Erin, che la musica sia un dono degli dèi: un ponte gettato tra l’umano e il divino.

Tag:

2 Commenti a “Della musica e degli dèi”

  1. andy scrive:

    Complimenti alla Pro Loco per il buon gusto!
    Speriamo non piova.

    Mandi!

  2. gianni scrive:

    La gru
    Piazza del Ferro, venerdì 8 luglio 2011. Un improvviso cigolio, brusco e ripetuto, mi costringe a controllare in alto: per Dio, è la gru del Castello che gira, si muove, fa scendere un filo arrugginito e cigolante, ma ancora capace di far risalire pesi significativi. Oggi sono carichi strani, non cemento né pietre, ma … ARPE che si preparano al suono di stasera, una serata di musica celtica nell’ambito di Folkest.
    Un grazie alla Pro Glemona per la bella serata di musica … e per aver rimesso in movimento la gru del Castello, sperando che fra non molto ci siano anche carichi di pietre a volteggiare nel cielo del Gemona! (gt)