Lega di lotta e di non-governo

Cattelan - L.O.V.E.

Tutti speravano avesse imparato la lezione []. Invece, il capogruppo della Lega Nord in consiglio regionale Danilo Narduzzi è ripartito per la sua nuova crociata estiva. Dopo un’estenuante ricerca, avrebbe scoperto che ad Acate, in provincia di Ragusa, nel 2009 sarebbe stato emesso un bando per avere accesso alle abitazioni in locazione, cui potevano partecipare anche extracomunitari, ma a condizione che fossero residenti da almeno 10 anni, di cui 5 in Sicilia. Apriti cielo. Narduzzi pare non averci visto più: «Nella nostra regione l’Unione europea ci ha perseguitati con rilievi, osservazioni e uno stillicidio di interventi per ammorbidire la nostra proposta di riforma del sistema sociale […]. Poi, però, scopriamo che in Sicilia applicano criteri molto più rigidi, quelli che chiedevamo noi». Il capogruppo leghista non accetta che da qualche parte ci sia qualcuno più razzista di lui: «siamo molto irritati – ha continuato – per i due pesi e le due misure usate dall’Italia. Se poi l’Unione europea massacra le regioni del Nord e si dimostra compiacente col Sud, sappia che siamo pronti a mostrare i muscoli». Per negare i diritti agli immigrati Narduzzi è pronto a mostrare i muscoli. E per la sanità, l’economia, la scuola, no? Lì non serve? Lega di lotta e di non-governo.
[Fonte: Agenzia Consiglio Regionale]

Tag:

6 Commenti a “Lega di lotta e di non-governo”

  1. Beppino C. scrive:

    Questa moda di mostrare i muscoli e di non fare nulla è un tratto comune dei leghisti. Anche il consigliere comunale di Gemona BARBARA ZILLI ha un piglio politico molto sicuro di sé, ma in questi due anni non ha portato a casa molti risultati. E’ sufficiente citare l’ultimo attacco sulla scuola di Campolessi, invece che prendersela con il dirigente scolastico e il sindaco non era meglio chiedere alla SUA maggioranza in consiglio regionale perché non hanno sostenuto la sua battaglia e non hanno contribuito a tenere aperto il plesso scolastico? E’ facile criticare quando si sta all’opposizione.

  2. Beppino scrive:

    Caro omonimo,
    condivido il tuo pensiero sulla politica dela Lega in regione, un po’ meno sulla Consigliera Zilli, la quale è giovane e sta facendo come si dice gavetta.
    Di gente che ha concluso pochetto mi sembra che gli scranni del nostro consiglio comunale siano abbastanza pienotti, sia a destra che a sinistra.
    Tutta l’opposizione, artefice del salto della quaglia ha fatto ben pochino per non dire nulla…. idem qualche altro assessore che attualmente è seduto sui banchi della maggioranza.
    Oggi però si vede che l’Amministrazione gira ad altra velocità rispetto a prima, questo fatto mi sembra indiscutibile.
    Merito del Sindaco e anche di alcuni giovani, che seppur ancora inesperti politicamente, mi sembrano in gamba e pieni di buona volontà.
    Gemna ha bisogno di gente che lavori e non di chiacchiere e continue critiche distruttive.

  3. r scrive:

    @ Beppino.
    E’ vero che l’attuale “amministrazione gira ad altra velocità rispetto a prima”. Ma un “prima” che riguarda almeno gli ultimi 15 anni, nei quali hanno avuto responsabilità diversi assessori dell’attuale maggioranza, oltre al sindaco (che era referente al bilancio sotto il governo di Gabriele Marini e assessore a diverso titolo sotto gli “efficientissimi” governi Disetti). Sul “merito” di “alcuni giovani” concordo con Lei. Anche se è impressione di molti il fatto che la loro soggettività politica sia alquanto deboluccia. Un consigliere, un assessore, o un vicesindaco, non sono operai alle dipendenze del sindaco di turno oppure delle semplici cinghie di trasmissione di una borgata o di un “gruppo di interesse”; sono, o dovrebbero essere, soggetti politici con una loro progettualità, una chiara identità, una capacità di incidere sulle scelte della Giunta e del Consiglio comunali; dovrebbero avere anche una loro visibilità e riconoscibilità pubblica. Non Le sembra che a Gemona gli assessori siano eclissati dietro all’aura del primo cittadino? Qualche gemonese è per caso a conoscenza delle posizioni dei vari assessori sui temi importanti per il paese? Ad esempio cosa pensano i vari Revelant, Salvatorelli, Marmai, Patat, Cargnelutti, Collini sulla sanità, la scuola, la mobilità, l’ambiente, il bilancio, la Città dello Sport e quant’altro? Non ne sappiamo nulla. Almeno la maggior parte dei gemonesi. Forse a queste argomentazioni si potrà rispondere dicendo che c’è coesione, pieno accordo, che si sta realizzando il Patto per Gemona. Ma sa, sig. Beppino, sono tra coloro che credono che il sale della democrazia sia il confronto, che avviene tra autonomi individui portatori di idee e di interessi. E che vive anche di sano conflitto e diversità di posizioni politiche. Altrimenti si tratta di un regime che con la democrazia non ha molto a che fare. Diventa piuttosto un movimento carismatico sotto le ali protettive (e impositive) di un leader (o un ras?). Ieri aveva i baffi, oggi la pancia. Ma sotto sotto non cambia poi molto nella gestione della cosa pubblica. Nonostante la “buona volontà” dei giovani assessori. Se poi, secondo Lei, queste sono “chiacchiere”, mentre invece bisogna guardare ai “fatti”, apra gli occhi e guardi quali sono stati i risultati del “governo del fare”. Guardi a cosa portano 20 anni di assenza di politica, di folle servilismo a un piccolo uomo. La storia di uomini che credevano di salvare il mondo è piena zeppa. Il mondo è sempre qua. Non mi pare molto in salvo.

  4. Beppino scrive:

    @r: pur rispettando le sue opinioni, mi permetto di dissentire.
    Credo che lei sia un po’ “invidiosetto/a” di quello che si sta facendo in città.
    Credo che non si possa sempre additare le persone per le “compagnie” che ha frequenato da giovane, anche perchè se così fosse nel nostro parlamento dovrebbero scappare tutti, tra ex comunisti fannulloni, ex fascisti delinquenti ed ex democristiani ladri, quest’ultimi seppur benedetti dal Vaticano :)
    Credo che un Paese come Gemona debba in primis essere governato sotto il profilo amministrativo; sinceramente la politica quella vera si fa altrove e pertanto non è certamente importante nè tantomeno significativa a livello locale.
    Io pago le tasse per avere dei servizi e non per mantenere dei parolai. Sinceramente non mi interessa cosa pensa a livello nazionale il Vice Sindaco o talun consigliere di maggioranza: Quello che mi interessa è che la cosa pubblica venga amministrata da persone serie e oneste.
    Serve gente che lavori con impegno e dedizione alla causa pubblica, che programmi lo sviluppo della città con lungimiranza secondo i bisogni dei cittadini.
    Le faccio un esempio, sono passati due anni dalle elezioni e la città è stata rivoltata come un calzino dall’attuale amministrazione; la maggioranza arcobaleno che ha governato il Paese prima per quasi 3 anni e non è stata in grado di far partire nemmeno un cantiere, o meglio di far asfaltare neppure una strada ! Il tempo c’è stato però si è registrato il nulla assoluto, capeggiato da un Sindaco che ha badato più al raggiungimento della pensione che all’amministrazione del Paese.
    Il sale della democrazia è il confronto ? sarà pure, si vede però che quella maggiornaza parlava e discuteva tanto, ma alla fine risolveva ben poco ….
    Non credo che gemona viva in un regime, bensì credo ci sia una Amministrazione governata da un leader, come giusto che sia, e da tanti comprimari che nei limiti delle proprie competenze hanno la possibilità di far vedere cosa sanno fare. Ben vengano dunque questi giovani amministratori !
    Non vedo da altre parti altre persone in grado di rappresntare degnamente il nostro paese: basti pensare ai due grandi partiti Pdl e Pd che a livello locale non sono in grado di esprimere nessun nome significativo.
    Mi sembra che Lei sia impostato ideologicamente su una posizione faziosa, quindi immagino che sia le difficile ammettere che la parte politica sua avversa stia facendo bene. Più facile è invece criticare sempre e comunque. ma è comprensibile visto che siamo italiani :)
    Le ripeto, serve guardare ai fatti concreti
    Mi sembra che in questi due anni Gemona sia cambiata molto, anche nella testa dei gemonesi, i quali mi sembrano più stretti e legati alla loro città.
    Non si tratta di salvare il mondo, impresa ardua anche per il buon Dio, ma si tratta di lavorare per il bene della collettività. Con le critiche maligne fatte solo per invidia o gelosia non si va da nessuna parte.
    Qualcuno ha avuto l’occasione per portare una ventata di novità a Gemona e l’ha persa alla grande, grazie al suo non lavoro, accontendandosi di sedersi per 3 anni sulla seggiola di Vice Sindaco o occupando senza merto un Assessorato, pur non essendo stato eletto dalla gente.
    Ha ragione il mondo non è mai cambiato, c’è sempre stato qualcuno che ha approfittato della situazione … prima di criticare sempre, sarebbe bene guardare in casa propria e capire il perchè la gente non ha votato o creduto nel progetto proposto ? La mancanza di impegno e di risultati mi pare la risposta più evidente.
    Per questi motivi la gente tende a scegliere persone del fare e non del chiacchierare.
    A mio parere un Sindaco può essere di destra, di sinistra o di centro, ma l’importante è che amministri il proprio Paese con serietà, tutto il resto è solo e tanta noia …

  5. Marco L. scrive:

    oggi sul messaggero si dice che i commercianti rimasti in centro storico si lamentano perchè il comune ha trasferito il mercato… un bell’esempio di come lavora questo comune… senza capacità di ascoltare la gente… non è solo col fare tanto per fare che si risolvono i problemi ma anche con l’ascoltare… hanno rivoltato gemona come un calzino, ma 6 negozi del centro hanno chiuso i battenti… e non è con i concerti gratis (pagati da noi), con cartelloni appesi per la strada o con qualche lavoro sulle strade che si risolvono i problemi del nostro paese… basta vedere come hanno gestito la storia della scuola di Campo Lessi… o la decisione di non fare la Casa dell’acqua, che in giro per l’Italia funziona benissimo…

  6. Anonimo scrive:

    … e adesso questi di “Roma ladrona”vorrebbero salvare dal carcere un parlamentare “L***” come Alfonso Papa? Dopo che anche loro hanno votato a favore dell’arresto nella seduta della Giunta per le Autorizzazioni a procedere di Giovedì scorso!
    Hanno davvero perso il contatto con la realtà e con gli elettori.
    Sono stretti nella morsa del Berlusca e attaccati con i denti alle poltrone!
    Peggio della peggiore “casta”.

    [***: eliminato dall'amministratore]