Il fulmine nella terra

Terremoto - Strada

6 maggio 1976. Sono passati 35 anni dal nostro terremoto. Solo quattro anni più tardi, un altro sisma colpì la zona dell’Irpinia, causando morti e distruggendo case. La sofferenza è un sentimento comune, che tocca gli animi e i territori, che siano locali o globali, creando reti d’aiuto e di supporto. Ecco perché è giusto salvare e ricordare questo tipo di memoria, per rafforzare i legami che ci uniscono alla comunità dell’Irpinia.
Domani, venerdì 16 settembre alle 20.30 nell’Auditorium I.S.I.S. “D’Aronco”, la compagnia Teatro dell’Osso di Teora (Avellino) metterà in scena lo spettacolo Il Fulmine nella terra. Irpinia 1980. Racconto del terremoto del 23 novembre 1980, scritto e diretto da Mirko di Martino e interpretato da Orazio Cerino con l’aiuto alla regia di Melissa di Genova.
L’ingresso allo spettacolo è gratuito. Sabato 17 settembre alle 19.30, inoltre, le famiglie della borgata di Maniaglia offriranno una cena nei locali dove si svolge la sagra, per accogliere e salutare gli amici di Montecchio che da anni sono legati a Gemona con profonda riconoscenza e stima per l’aiuto dato durante quei difficili momenti.
Un modo per ricordare e far riaffiorare i comuni drammi e azioni di solidarietà emozioni che, come un terremoto, attraversano la terra e arrivano al cuore delle genti. [AP]

Tag:

I Commenti sono chiusi