Un parco per il “ben stare”

Parco

Gemona è senza dubbio un paese di grandi potenzialità, dispone di edifici di valore storico, zone verdi, luoghi di interesse naturalistico e paesaggistico, spazi di servizio per il tempo libero. Uno di questi è il parco di via Dante. Area architettonicamente di pregio, rimane ancora sotto utilizzata e spesso lasciata nell’incuria. Da alcuni anni è stato affidata a un privato, con il compito di gestire il bar e curarne la manutenzione.
Di recente l’amministrazione comunale ha messo a gara una nuova concessione, che è stata vinta da Mirko Ciorba, subentrato al vecchio concessionario David Forgiarini. Il canone previsto sarà di 10 mila e 200 euro annui. Dopo diverso tempo in cui molti gemonesi lamentavano la scarsa valorizzazione e il progressivo degrado, c’è l’attesa che cresca la propensione del parco a diventare luogo di iniziative culturali, centro di manifestazioni sportive e associative, e soprattutto punto di ritrovo curato e invitante. Perché il “ben stare” di una città non si misura tanto dai paginoni sui giornali, ma dalla fruibilità e dall’ospitalità dei suoi servizi pubblici. [gc]

Tag:

I Commenti sono chiusi