Incarichi sportivi

Sollevamento pesi

La “Città dello Sport” ha già bisogno di un rilancio. Secondo l’Amministrazione comunale il progetto elaborato 9 mesi fa dal commercialista Enzo Caniero è ancora insufficiente, sebbene non sia stato ancora pubblicato e divulgato tra i portatori di interesse (associazioni, cittadinanza, sponsor, …); l’unico luogo in cui è pubblicamente visionabile è questo blog [QUI]. Presumibile che il sindaco Paolo Urbani si sia accorto che manca ancora qualcosa per poterlo far decollare. Di qui una recente delibera che, senza gara, stanzia ulteriori 20 mila euro (accanto ai 15 mila già erogati) in favore di Cainero, con l’obiettivo – afferma il documento comunale – di «sviluppare ulteriormente il progetto mirando alla creazione di una rete, in cui i soggetti già coinvolti possano dar vita ad una pluralità di interventi in più ambiti, ma comunque nell’alveo di detta progettualità ed in modo da far sì che Gemona del Friuli e le altre comunità coinvolte diventino le “Città dello Sport e del Benstare”».
Si vuole inoltre «istituire un coordinamento generale costante ed affidare la responsabilità gestionale delle azioni promozionali ad un soggetto in possesso di un’alta capacità ed esperienza organizzativa», contrariamente a quanto affermava il piano precedente in cui si indicava un referente della Facoltà di Scienze motorie quale coordinatore dell’intero progetto. Ora invece pare di capire che il coordinatore sarà Cainero, mentre l’Università assumerà un ruolo più marginale rispetto a quanto preventivato.
Infine, la nuova delibera prevede l’istituzione di uno specifico ufficio stampa per promuovere sui mass media l’operazione. Novità, insomma, le cui ricadute concrete sulla qualità della vita dei cittadini di Gemona e sulla promozione della nostra cittadina non sono ancora facilmente valutabili.[ru]

Tag: ,

I Commenti sono chiusi