Osterie, incontri, storie e cultura

Van Gogh, Il caffè di botte

Da sempre osterie, bar e locande non sono unicamente luoghi ludici e conviviali, ma rappresentano anche spazi nei quali le persone hanno occasione di incontrarsi, discutere e scambiare opinioni. Partendo da questa constatazione l’associazione culturale Pense & Maravee propone “Seradis in ostarie”, un ciclo di incontri che toccherà un locale rappresentativo di tutte le borgate di Gemona. Per ogni appuntamento è previsto uno specifico argomento di discussione alla presenza di un esperto, dall’agronomia alla meteorologia, dalla poesia al recupero di esperienze e memorie.
Le serate, in tutto nove, prenderanno il via domani, venerdì 14 ottobre, presso il Centro di Taboga, con la presentazione del libro di Vittorio Battigelli La campana di Maria Angola. Un ponte tra la nostra storia e il Perù. L’incontro, oltre alla presenza dell’autore, prevede la proiezione di immagini e la degustazione di pietanze tipiche peruviane. Chi fosse interessato può prenotarsi inviando un sms al numero 346 3136176. [ml]
[QUI la locandina dell’iniziativa]

Tag:

Un Commento a “Osterie, incontri, storie e cultura”

  1. Luigi S. scrive:

    Bella iniziativa.
    Bisogna che le osterie tornino a diventare luogo di incontro, di confronto e di circolazione delle idee.
    Oltre naturalmente a non pardere al piacere della degustazine di buon bicchiere di vino, con la dovuta moderazione.