A Gemona cresce il verde

Piantina che cresce

Sono quasi quattro mesi che a Gemona è stato introdotto il “porta a porta” per la raccolta dei rifiuti. Dati ufficiali non sono ancora disponibili, ma da fonti informali sappiamo che il nuovo sistema sta dando buoni risultati. I gemonesi non solo hanno compreso il senso di questo cambiamento nello smaltimento dei loro rifiuti, ma hanno anche affrontato con serietà e senso di responsabilità le ovvie complicazioni e l’impegno che implica la separazione dei materiali. Segno, come ribadiamo da tempo, della maturità dei gemonesi rispetto a questo aspetto del vivere quotidiano, a dispetto di alcuni esponenti dell’attuale maggioranza e dell’opposizione in consiglio comunale, che invece avrebbero optato per una tipologia di raccolta meno “spinta”.
Ora tocca all’amministrazione comunale compiere ulteriori passi avanti, affrontando in primo luogo la questione delle tariffe. Ad oggi a Gemona la Tarsu si paga in funzione della superficie delle abitazioni. Un sistema più equo richiederebbe invece che la tassa fosse rapportata alla reale produzione e alla capacità di differenziare i rifiuti. In altri comuni, più virtuosi del nostro, si stanno sperimentando nuovi metodi. Perché non cominciare a pensarci e, senza fretta e con il ricorso di persone esperte, ipotizzare percorsi possibili verso nuovi traguardi?[ru]

Tag:

Un Commento a “A Gemona cresce il verde”

  1. Sandro V. scrive:

    Io non avevo dubbi.
    I cittadini sono molto più avanti dei loro politici.
    Lo hanno dimostrato anche nel referendum sull’acqua.