Il gioco dei passeri

Passeri

Il passero è un animale comune a cui non prestiamo molta attenzione. Ma è un animale molto saggio. Ha accompagnato il nostro passaggio dalla società rurale alla società industriale e tecnologica adattandosi ai mutamenti che l’uomo gli ha imposto. E ha saputo farlo anche meglio di noi. Il passero gioca con la tecnologia degli uomini. Mentre gli uomini non si dimostrano sempre all’altezza di questa sfida.
Si apre con queste riflessioni il volume di Francesco Milanese Il gioco dei passeri e altri racconti (edizioni Albatros) che verrà presentato domani sera venerdì 25 novembre alle ore 20.30 a Palazzo Elti. L’inziativa si inserisce all’interno del percorso “Leimi, leturis e leams” promosso dalla Pro Loco di Gemona, in collaborazione con l’associazione “Ostermann” e il patrocinio del Comune e dello sportello per la lingua friulana.
Francesco Milanese è nato a Udine, dove vive e lavora. Si occupa di educazione, comunicazione nelle relazioni umane, mediazione dei conflitti; è consulente per enti pubblici e privati. Ha sviluppato una intensa attività come saggista e conferenziere occupandosi tra l’altro di diritti dell’infanzia e di promozione della cultura dei diritti umani. Ha fondato e dirige l’Istituto per i diritti e l’educazione []. Con questa sua piccola opera di narrativa ha cercato – come ha detto lui stesso – di «raccontare che oggi raccontare è ancora possibile. Abbiamo bisogno di narrarci i significati della vita. Tante volte nel nostro correre ci pare di doverli comperare. Raccontandoci le cose abbiamo la possibilità di scoprire significati che altrimenti le cose potrebbero non dire immediatamente».

Tag: ,

I Commenti sono chiusi