Caterina, donna e scrittrice friulana

Catarine Percude

Caterina Percoto fu la prima grande prosatrice della letteratura friulana. Nata a San Lorenzo di Soleschiano (Manzano) nel 1812, la sua produzione si rivolse soprattutto alle novelle e ai racconti, sia in lingua italiana che friulana. La sua prosa risente del clima manzoniano e in qualche caso anticipa il verismo di Verga. Delle sue novelle Carducci scrisse: «bel libro forte che rispecchia la bellezza e la bontà del Friuli».
Di questa importante figura del panorama culturale friulano dell’Ottocento si parlerà domani sera, giovedì 22 dicembre, alle ore 20.30 presso l’auditorium San Michele. Durante la serata, promossa dall’associazione Ostermann, verrà presentato il volume Caterina Percoto, “i grandi racconti”, curato da Mirella Lirussi e Pietro Farris per i tipi dell’Agenzia Libraria Editrice di Trieste. Interverranno, accanto alla curatrice, l’editore Antonio Napolitano e la studiosa Paola Quargnolo.
Durante l’incontro ai partecipanti verrà distribuita, in fotocopia, la novella “La donna di Osopo”.

Tag:

I Commenti sono chiusi