Uno sport per la mente

Ragazzo che legge

In Friuli-vg si legge più che nelle altre regioni italiane. Seppure ancora al di sotto dei Paesi nordeuropei, i dati di una recente indagine Istat mostrano che nella nostra regione la lettura è considerata ancora un valore imprescindibile per la formazione personale. Il 56,3% dei friulani ha letto almeno un libro negli ultimi 12 mesi (ci attestiamo secondi dietro al Trentino-Südtirol che raggiunge il 57,9%), mentre siamo primi rispetto a coloro che dichiarano di non avere nemmeno un libro in casa attestandoci al 3,0% (ultima in classifica la Basilicata con il 20,5%). Ancora al primo posto tra coloro che possiedono più di 100 libri in casa: a dichiararlo il 38,9% dei friulani, mentre all’ultimo posto la Basilicata con il 13,0%.
Sono dati di cui possiamo andare moderatamente fieri, che dovrebbero sollecitare istituzioni e società a interrogarsi sui risultati che otteniamo, individuandone le ragioni di fondo (famiglia, tessuto sociale, scuola?) e soprattutto incentivando queste buone prassi che ci fanno ben sperare nel domani delle nuove generazioni.

Tag:

I Commenti sono chiusi