Programmi reali, programmi virtuali

Virtuale

Il Comune di Gemona ha in programma, almeno sulla carta, un ambizioso piano di opere pubbliche per il prossimo triennio. Nel 2012 sono stati messi a bilancio (preventivo) lavori per 6 milioni e 200 mila euro, nel 2013 per 9 milioni e 300 mila e nel 2014 per 7 milioni e 200 mila euro. Totale, nel triennio: 22 milioni 884 mila euro. Sulla carta, però. Perché nella realtà solo una parte di queste opere vedrà la luce, in quanto il Comune non potrà assumersi in proprio la loro intera realizzazione ma dovrà necessariamente attendere la concessione di contributi da parte degli enti pubblici sovraordinati, Regione innanzitutto.
Così, il palazzetto dello sport (3 milioni e 600 mila euro), la ristrutturazione del Cinema Teatro “Sociale” (520 mila euro), la struttura per il volo libero (890), sono a bilancio certo, ma in un bilancio ancora “virtuale”.
Le opere invece che dovrebbero essere portate a termine (il condizionale è d’obbligo di questi tempi) sono: la sistemazione della palestra di roccia sul Glemine (98 mila euro), la costruzione di un impianto di cremazione presso il cimitero (1 milione e 500 mila euro in project financing), il ripristino statico e funzionale della torre del castello e delle ex-carceri (3 milioni 980 mila euro nei prossimi 3 anni, conclusione lavori nel 2015).
[QUI il Programma triennale delle opere pubbliche in dettaglio]

Tag:

I Commenti sono chiusi