Cambiare la legge per un volontariato che cambia

Siluette

Il volontariato sta cambiando. Se nel post-terremoto era pratica diffusa che si esprimeva attraverso una gratuita e generosa spontaneità, oggi è diventato più consapevole dei suoi strumenti e delle sue potenzialità, chiamato com’è a confrontarsi con un contesto sociale, culturale ed economico in continua trasformazione. Di qui l’esigenza di adeguare ai cambiamenti della società le norme che regolano il mondo del terzo settore e della promozione sociale.
La legge regionale sul volontariato risale al 1995 e dopo 17 anni è venuto il momento di proporne una revisione. Lo hanno fatto recentemente le opposizioni in consiglio regionale con una proposta di legge dal titolo “Nuova disciplina del volontariato e della promozione sociale”. Primo firmatario il sandanielese Paolo Menis, che ha sottolineato come la proposta presentata «non è che la sintesi di un lavoro durato alcuni mesi, in cui ci siamo confrontati con i principali attori del settore, chiamati ad avanzare le loro proposte ma anche a dare una valutazione di quanto fatto sinora».
La legge presenta alcune importanti novità – ha dichiarato Menis – «dall’introduzione di nuove norme in materia di convenzioni, registri e contributi per le realtà che operano in questo ambito, alla previsione di un unico Comitato tra organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per favorirne l’integrazione fino alla proposta di una diarchia gestionale degli organi operativi per dare pari dignità ad associazioni del volontariato e soggetti pubblici». La visione generale su cui si basa la proposta del centro-sinistra regionale vede nel volontariato uno «strumento in grado di fornire un apporto sussidiario ed originale, non sostitutivo dell’intervento pubblico ma ad esso complementare, per il conseguimento delle finalità di carattere sociale, civile e culturale contenute nella Costituzione».
Per quanto riguarda Gemona, la nuova legge darebbe ancora maggiore impulso e slancio al lungo percorso di crescita e di azioni di rete che il Coordinamento delle Associazioni [] sta compiendo ormai da oltre un decennio.

[QUI la proposta di legge regionale “Nuova disciplina del volontariato e della promozione sociale”]

Tag: ,

I Commenti sono chiusi