Numeri

Numeri

Costi sostenuti dall’amministrazione comunale di Gemona – aggiuntivi rispetto al bando di gara – per l’aggiornamento dei piani di sicurezza e coordinamento dei lavori del castello (carceri e torre dell’orologio).

Costi aggiuntivi sicurezza e coordinamento
dei lavori del castello
+ 37.473 €

Tag:

3 Commenti a “Numeri”

  1. roberto scrive:

    … e così siamo rientrati dalle spese dei fuochi artificiali… prima ancora che partano i lavori…

  2. Dean Konrad scrive:

    Ma scusate, i costi per il piano di sicurezza non erano già inclusi nell’appalto? Quali sono le necessità di aggiornamento? Legislative?

    Non sono un esperto ma non mi pare che la normativa in materia, ed espressamente quella dei cantieri, sia così tanto cambiata recentemente.

    Non è che per caso qualcuno si è dimenticato qualcosa?

  3. Mr Londero scrive:

    Scusate ma a proposito di castello, quei due mega striscioni che campeggiano sulle pendici del colle e che pubblicizzano una ditta privata con notevole impatto visivo (non erano stati usati sistemi del genere nemmeno per le sponsorizzazioni della Fantoni, della Mondo, ecc), da chi sono stati voluti? Chi li ha pagati? E’ stata fatta una gara per realizzarli e un sondaggio tra le aziende gemonesi che volessero esservi presenti? …o come penso io si tratta dell’ennesimo favoritismo all’insegna del “DO UT DES” celato sotto una falsa trasparenza dagli amministratori cittadini? Forse sarebbe potuto interessare a qualcun’altro, oltre ai soliti noti, vedere il logo della propria azienda stampato a caratteri cubitali issato sul punto più alto della città e visibile da tutta gemona. Si sarà adottato il criterio del miglior offerente trattandosi di “cosa pubblica” o confidando nella cecità di alcuni e nell’indifferenza e complicità di altri si è fatto un’altro soppruso? Che dire poi delle tasse pubblicitarie per striscioni di quelle misure… a carico di chi sono? del privato che si fa pubblicità a scapito di altri o a carico della collettività? Ma forse tutti i miei sospetti sono infondati e dal mese prossimo verrà adottato il metodo dell’equità (ve lo ricordate? sembra la favola di Gemona citta dello sport….) previsto in una delle prime missive del sindaco, e vedremo in castello il logo della pizzeria, poi quello del calzolaio, poi l’impresa edile ed il supermercato :)