Dalla parte della carta

Tetrapak

«Te-tra-pak! E questo? Dove lo metto? Va nella carta o nell’indifferenziata?»
Dubbi. Che a ciascuno di noi sono balenati davanti al cartone vuoto del latte o della passata di pomodoro. Ci penserà la campagna di informazione “Ricicliamoli insieme, ricicliamoli tutti!” a fugare finalmente ogni incertezza. L’iniziativa, che ha preso il via nei 12 Comuni dalla Comunità Montana, ha l’obiettivo di facilitare la raccolta differenziata del cartone per bevande e alimenti liquidi, fornendo tutte le indicazioni per effettuare correttamente il conferimento insieme a carta e cartone. Sì, perché il Tetra Pak va messo senza esitazioni nel bidone della carta, ma con le dovute accortezze. Questi imballaggi, infatti, raccolti in modo differenziato vengono portati in cartiera dove la cellulosa (che compone il 74% circa dell’involucro) verrà separata da polietilene ed alluminio senza aggiunta di prodotti chimici. La cellulosa riciclata sarà poi utilizzata nella produzione di nuovi materiali come nuova carta per cancelleria o carta da imballaggio. Per i più curiosi, Tetra Pak è una multinazionale che produce sistemi integrati per il trattamento ed il confezionamento di alimenti. È stata fondata nel 1951 a Lund, in Svezia, da Ruben Rausing e Erik Wallenberg [].

Tag: ,

I Commenti sono chiusi