Archivio di agosto 2012

Le scuole di Gemona “rette” da Udine

venerdì, 31 agosto 2012

Aula scolastica

Ieri, giovedì 30 agosto, sono stati nominati i dirigenti che dovranno “reggere” le sorti dei tre istituti superiori di Gemona il prossimo anno scolastico. Contrariamente a quanto chiesto dai genitori, dai presidenti dei consigli e da numerosi esponenti politici durante il recente incontro a Palazzo Boton [], il Direttore dell’Ufficio scolastico regionale Daniela Beltrame non ha accolto la proposta di individuare un dirigente unico per i tre istituti e ha invece nominato altrettanti “reggenti”.
Al Magrini andrà Livio Bearzi, già dirigente del liceo gemonese e ora dell’istituto comprensivo III di Udine, al Marchetti Andrea Carletti del liceo scientifico Copernico e al D’Aronco Giovanni Francois dell’Ipsia Ceconi, entrambi di Udine. Intanto, sempre ieri, la giunta regionale, su iniziativa dell’assessore all’istruzione Roberto Molinaro, ha modificato il “Piano regionale di dimensionamento delle istituzioni scolastiche”, in cui si prevede l’aggregazione delle tre scuole superiori gemonesi.
Ora, ciascun dirigente dovrà dividersi su due plessi scolastici, a distanza di trenta chilometri uno dall’altro, con evidenti difficoltà nella gestione didattica e amministrativa. Da parte nostra, riteniamo che questa soluzione, in parte obbligata dalla normativa statale sulla “Revisione della spesa”, debba essere considerata del tutto temporanea e si debba invece promuovere un’ampia riflessione sul destino dell’intero polo scolastico gemonese. Destino di cui si dovranno far carico tutte le forze sociali, culturali, economiche e politiche del territorio. A rischio – come abbiamo ripetuto più volte – è l’intero assetto scolastico delle scuole superiori di Gemona e, più in generale, la vocazione culturale e formativa del nostro territorio.

Alla ricerca dell’Andersen perduto

giovedì, 30 agosto 2012

Pierino e il lupo

Continuano gli incontri con l’artista promossi da Marisa Plos e Nerina Londero, con la collaborazione della Pro Loco e del Comune di Gemona. Il secondo appuntamento è previsto per domani, venerdì 31 agosto, alle ore 20.00 presso il cortiletto Elti in via Bini. Domenico Adami sarà l’ospite della serata, che ha per titolo “Cercando Andersen”. Adami, nato a Cercivento e residente a Ravascletto, è profondamento legato alla sua terra natale, fonte di ispirazione e motivo di ricerca e di studio. La sua scultura riprende temi classici della tradizione carnica: miti e fiabe vengono riproposti in chiave moderna, nel tentativo di rappresentare la spiritualità profonda e immutabile che per secoli ha intriso l’anima popolare della sua terra..

Spazzatrice: dopo due anni di noleggi, ora si acquista

mercoledì, 29 agosto 2012

Spazzatrice stradale

Dopo due anni e oltre 70 mila euro spesi per il noleggio, la questione della spazzatrice del Comune di Gemona dovrebbe ora chiudersi in modo positivo. Almeno stando alle parole dell’assessore Fabio Collini, che, durante l’ultimo consiglio comunale, ha dichiarato l’intenzione di acquistare – finalmente, puntualizziamo noi – un nuovo mezzo per la pulizia delle strade comunali. Una determina specifica al momento non c’è ancora, ma siamo fiduciosi che sarà presto approvata.
Della questione abbiamo dato conto in più occasioni [1.► 2.► 3.►], evidenziando l’inefficienza e l’incongruenza nel comportamento dell’assessorato guidato da Collini. Possibile che in due anni non si sia riusciti a decidersi per l’acquisto o per un noleggio con regolare bando di gara e si sia proceduto invece con continui noleggi temporanei di mese in mese ad affidamento diretto, con una lievitazione anomala dei costi?
La nostra preoccupazione per le casse comunali ci spinse a inoltrare un’interpellanza [►], da cui pare sia venuta la decisione comunicata in consiglio comunale. A questo punto, non rimane che attendere il bando e che si metta fine a questa vicenda fatta di inefficienze e pressapochismo (tra tutte ricordiamo la frase, ripetuta di mese in mese in tutte le determine, «in attesa che l’amministrazione comunale di Gemona acquisisca i preventivi per la riparazione del vecchio mezzo»).
Ora, confidiamo che si delibererà in fretta. Ed esprimiamo un pizzico di soddisfazione: chissà quanto sarebbero andati avanti con continui noleggi temporanei senza i nostri solleciti.

Musica di fine estate a Gemona

lunedì, 27 agosto 2012

Violino5c

Il Coro e l’Orchestra dell’Università di Bamberg si esibirà questa sera, lunedì 27 agosto, a Gemona alle ore 20.30 presso il duomo. Composto da circa 70 elementi tra cantanti e musicisti, l’ensemble organizza da più di vent’anni stages musicali estivi, seguiti da concerti con grande favore di pubblico in varie regioni europee ed è formato per buona parte da studenti di pedagogia della musica, cui si aggiunge un folto numero di ex allievi e amici del coro. Il gruppo è diretto dal maestro e docente universitario Michael Goldbach e propone un ampio repertorio di musica vocale e strumentale, dal Rinascimento ai nostri giorni. Questa sera saranno eseguite opere della tradizione protestante tedesca (Schütz, Altnikol, Telemann) accanto ad alcuni brani classici della musica sacra di origine italiana (Bellini, Rossini, Puccini), cui faranno da contrappunto tre versioni dell’“Ave Maria” per coro a cappella provenienti dall’Europa orientale (Rachmaninow, Strawinsky, e Kodály). A chiudere la Missa solemnis in Do KV 337 di Mozart. Ingresso libero.

Numeri

domenica, 26 agosto 2012

Numeri

Costo totale previsto per la costruzione della nuova scuola materna di Piovega, i cui lavori del primo lotto sono stati recentemente aggiudicati all’impresa “Di Betta Giannino Srl” di Nimis.

Costo previsto scuola materna di Piovega2.048.600

Crauti con boia

sabato, 25 agosto 2012

Corda impiccagione

Rievocazione storica e teatro nella suggestiva cornice dell’enoteca Al Centrâl di via Bini. Questa sera, sabato 25 agosto, a partire dalle 20.45 andrà in scena lo spettacolo «Un piatto di crauti con il boia» per raccontare la vicenda realmente accaduta di Leonardo Pitach e Giovanni di Plovia, pubblici e incalliti ladri che operavano a Gemona nel 1528. È un’altra delle storie trovate negli archivi della nostra cittadina. Ancora una volta protagonisti sono individui di condizione modesta, due “senzastoria”, rappresentanti di quella maggioranza di uomini che, in ogni tempo, hanno faticato per procacciarsi i mezzi per vivere, infilando in alcuni casi scorciatoie che li hanno condotti di fronte ad una giustizia inesorabile. Leonardo e Giovanni in carcere fanno conoscenza e pongono a confronto le loro esistenze. Intanto la corte di giustizia, presieduta dal capitano della Comunità, il nobile signore Gerolamo di Colloredo, dottore di diritto, formula la sentenza.
Curato dalla compagnia teatrale gemonese “Dreteledrôs” [], e introdotto dalla relazione di Elisa Della Mea, lo spettacolo è inserito all’intero del progetto “Nel tempo dell’Amalteo“, promosso dall’associazione archeologica “Valentino Ostermann” con la partecipazione della Pro Glemona.
[QUI la locandina dell’iniziativa]

Un memoria che si rinnova

venerdì, 24 agosto 2012

Partigiani in marcia

Una memoria che si rinnova dal 1946: l’ultima domenica di agosto si ricordano i 31 partigiani osovani e garibaldini caduti nella zona di Ledis, tra il Cjampon e la Venzonassa. Una memoria che ci riporta agli anni terribili della scelta di salire alla macchia per difendere la libertà e la democrazia, contro la dittatura e la violenza nazifasciste. Era l’inverno del ’44-’45 quando il nucleo osovano comandato da Pietro Londero “Sardo” prese l’impegno di erigere una chiesetta in memoria dei compagni caduti. L’edificio fu inaugurato nel settembre del ’46, a breve distanza dalla fine del conflitto mondiale. Distrutto dal sisma del 1976 fu ricostruito e reso agibile nel 1986, e da allora accoglie ogni fine estate la commemorazione dei 31 caduti.
Quest’anno l’iniziativa è promossa dall’Associazione Partigiani Osoppo assieme all’Amministrazione comunale, con la collaborazione dell’Ecomuseo delle Acque del Gemonese e della Sezione ANPI di Gemona-Venzone. Domenica prossima 26 agosto, alle ore 11 presso la chiesetta della Madone di Ledis, si svolgerà una celebrazione liturgica, seguita dai saluti del sindaco di Gemona e del rappresentante dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, dall’intervento del Presidente dell’Associazione Partigiani Osoppo e da un breve momento conviviale.
L’appuntamento di domenica sarà preceduto dall’incontro pubblico che si terrà domani, sabato 25 agosto, alle ore 17.30 presso l’auditorium San Michele, dal titolo Esperienze di memoria, nel corso del quale saranno presentate le attività dell’Ecomuseo della Resistenza della Val Pellice in provincia di Torino.

Scuole superiori, le nubi non si diradano

mercoledì, 22 agosto 2012

Nubi

A una settimana di distanza dall’incontro promosso dall’Associazione genitori del Liceo “Magrini” e dai Presidenti dei Consigli dei tre istituti superiori [] e a una decina di giorni dall’avvio del nuovo anno scolastico, regna ancora l’incertezza sul futuro della Scuola superiore di secondo grado di Gemona. Alla riunione di mercoledì scorso hanno partecipato i principali rappresentanti della politica locale con deleghe alla scuola: gli assessori regionale e provinciale all’istruzione Roberto Molinaro ed Elenza Lizzi, il senatore della Lega Nord, membro della VII commissione scuola del Senato, Mario Pittoni, i sindaci di Gemona e di Artegna Paolo Urbani e Aldo Daici, accanto a una nutrita rappresentanza di assessori e consiglieri comunali.
Da parte dei politici è stata l’occasione per prendere le distanze dalle scelte governative e dalla legge sul “ridimensionamento” scolastico, che ha prodotto di fatto la soppressione dei dirigenti dei tre istituti superiori. Molinaro, che si è dichiarato incompetente in materia poichè la decisione è stata dettata dal governo centrale e la scelta sulle dirigenze spetta al direttore scolastico regionale Daniela Beltrame, ha prospettato un ricorso davanti alla Consulta in difesa dei diritti delle minoranze linguistiche. Pittoni e Lizzi hanno invece invitato le amministrazioni comunali a rivendicare la presenza di minoranze di lingua straniera sui propri territori, con l’obiettivo di indurre il governo a modificare la norma. Il sindaco di Gemona Urbani si è dimostrato soprattutto preoccupato nel difendere il proprio operato, sostenendo di aver fatto tutto quello che era nelle sue facoltà. Tutti si sono dimostrati concordi nel sostenere una politica scolastica che valorizzi i poli decentrati.
Dopo l’intervento dei Presidenti dei Consigli di Istituto del “D’Aronco”, del “Magrini” e del “Marchetti” e di alcuni insegnanti e genitori presenti, l’incontro è stato chiuso dal presidente dell’Associazione genitori del Liceo Enzo Ortolan che ha presentanto pubblicamente il documento [QUI] in cui si «esprime le preoccupazioni delle famiglie, dei docenti e degli studenti per la penalizzazione ed i disagi organizzativi per il mondo scolastico del gemonese» e si chiede al Direttore scolastico regionale «di poter concretizzare al più presto – e comunque prima dell’ufficializzazione delle nomine dei Reggenti – l’assegnazione immediata di un unico Dirigente Scolastico e di un DSGA di ruolo per l’intero polo scolastico gemonese».
Una richiesta che, in qualità di gruppo di minoranza in consiglio comunale, ci sentiamo di condividere, soprattutto per la preoccupazione che esprime: settembre è alle porte ed è necessario ridurre al minimo i disagi sull’avvio dell’anno scolastico e garantire, almeno, che i collegi docenti possano lavorare con una minima certezza di stabilità del dirigente. Inoltre, confermiamo il nostro fermo appoggio, in una logica di collaborazione, a tutte le iniziative che andranno a sostegno del polo scolastico gemonese.