Numeri

Numeri

Iscrizioni alle classe prime degli istituti superiori di Gemona negli ultimi tre anni e numero totale degli studenti.

Iscritti 2010/11Iscritti 2011/12Iscritti 2012/13N. totale studenti
Totali342326
(-4.7%)
291
(-19.7%)
1.461
Liceo «Magrini»9385 (-8.6%)61 (-28.2%)370
IT «Marchetti»132129 (-2.3%)139 (+7.8%)538
ISIS «D’Aronco»117112 (-4.3%)91 (-18.8%)553

Tag:

5 Commenti a “Numeri”

  1. P.C. scrive:

    Strano che il sindaco di Gemona, così attento ai bilanci e alle questioni economiche, si preoccupi di portare turisti in città con lo sport e invece non sia capace di fare due conti di quanto ‘renda’ una scuola. Un semplice esempio: uno studente che spenda in un bar di Gemona un solo euro al giorno per una merendina, un panino o una bibita, fa 200 euro l’anno. Per cinque anni di scuola sono 1.000 euro. Non serve aver fatto il Marchetti per comprendere che una scuola superiore produce un indotto non indifferente. Nemmeno paragonabile con quanto possono produrre le attività sportive e pubblicitarie che il Comune sta finanziando. È così difficile fare due conti (se non il sindaco, almeno qualche assessore o qualche consigliere di maggioranza) e pensare che la vera promozione dobbiamo farla in questa direzione? Quanto ha portato la ‘Bombazza’, a fronte di 12 mila euro di finanziamento comunale, che equivalgono a più della metà di quanto spende la nostra amministrazione per tutte le scuole in un anno intero?

  2. Sandro V. scrive:

    La situazione è certamente grave, lo dicono i numeri, anche se quello che conta è identificare le vere cause che stanno dietro.
    Solo se conosciamo la natura del problema potremo attuare interventi efficaci per reagire.
    Sicuramente i fronti di lavoro sono molteplici.
    Tra gli altri, una questione generale della scuola che reputo importante è quella della necessità di mettere in atto un serio sistema di valutazione degli insegnanti. In molti paesi europei ci sono già dei buoni esempi cui riferirsi.
    http://www.indire.it/lucabas/lkmw_file/eurydice///modelli_valutazione_insegnanti_x_pubblicare.pdf
    http://www.indire.it/lucabas/lkmw_file/eurydice///valutazione_insegnanti_schede_paesi_UE_luglio_2009_x_pubblicare.pdf
    E’ un problema che riguarda tutta la Pubblica Amministrazione ma nella scuola assume un valore ancora più pregnante, considerato che di mezzo c’è la formazione delle future generazioni.
    Ovviamente, collegato alla valutazione ci vuole un sistema premiale / punitivo che funzioni, associato a dei veri poteri gestionali ai dirigenti e a delle retribuzioni degli insegnanti di livello europeo (per chi merita).

  3. Annonimo scrive:

    Ma scusate ma perchè non facciamo una valutazione sulle altre scuole ?
    tipo Tolmezzo Tarvisio San Daniele Tarcento …
    Così i dati non servono a niente ….
    Che senso ha dare la colpa al comune ?
    Non penso proprio che i soldi di bombazza abbiano influenzato questi dati !!

  4. P.C. scrive:

    La bombazza non c’entra nulla, sono d’accordo. Almeno non direttamente. E’ solo un esempio, ma se ne potrebbero trovare molti altri (fuochi di artificio, manifesti, pubblicità sui giornali, le gigantografie del sindaco in quadricromia all’ingresso del comune, sostegno a manifestazioni di discutibile valore e utilità, senza citare l’acquisto di Palazzo Scarpa, milioni spesi per un altro immobile…). Il discorso riguarda le priorità che la giunta Urbani si sta dando: nell’istruzione si è deciso di investire poco o nulla. Basta pensare alla scuola di Piovega. Si è tagliato sul progetto e invece di realizzare una struttura moderna e al passo con i tempi ne verrà fuori un’opera modesta e poco funzionale. Ma a Gemona è così: i nostri consiglieri comunali vanno alle olimpiadi “a manete”! Queste sono le nostre priorità.

  5. Mirco scrive:

    Forse è già stato detto da qualcuno in precedenza: alle persone che fanno parte di questa giunta manca totalmente la sensibilità per tutto ciò che non sia immediatamente fruibile o che non porti un qualche utile economico.
    E’ una questione di mentalità. Se non rientra in queste due categorie rientra in quella delle spese inutili. Ovvio allora che nessuno si attivi direttamente nelle politiche sociali (a proposito Salvatorelli è ancora assessore? O forse bisognerebbe chiedersi se lo sia mai stato…) o sostegno della scuola.
    Un altro esempio di questa mancanza di sensibilità e una proposta: a me Pistorius sta proprio simpatico e se riesce a portare in giro una bella immagine di Gemona sono contento. Ma i nostri amministratori lo stanno “utilizzando” solo dal punto di vista sportivo. Questo signore in questi giorni sta dimostrando che cosa sia e soprattutto che cosa non sia la disabilità. Sta dimostrando l’inesistenza del confine tra ciò che è normale e ciò che non viene ritenuto tale. Perché non coinvolgerlo in una riflessione pubblica che va oltre lo sport? Perché non farlo diventare un testimonial di speranza per l’integrazione delle persone con disabilità di Gemona e dintorni? Qualcosa l’anno scorso mi pare era stata fatta, ma poi non si è sentito più niente e il Sindaco non mi pare che abbia mai affrontato l’argomento sotto questo punto di vista. Se nella giunta Urbani c’è qualcuno sensibile batta un colpo. Son convinto che troverà un sacco di gente pronto ad attivarsi.