Crauti con boia

Corda impiccagione

Rievocazione storica e teatro nella suggestiva cornice dell’enoteca Al Centrâl di via Bini. Questa sera, sabato 25 agosto, a partire dalle 20.45 andrà in scena lo spettacolo «Un piatto di crauti con il boia» per raccontare la vicenda realmente accaduta di Leonardo Pitach e Giovanni di Plovia, pubblici e incalliti ladri che operavano a Gemona nel 1528. È un’altra delle storie trovate negli archivi della nostra cittadina. Ancora una volta protagonisti sono individui di condizione modesta, due “senzastoria”, rappresentanti di quella maggioranza di uomini che, in ogni tempo, hanno faticato per procacciarsi i mezzi per vivere, infilando in alcuni casi scorciatoie che li hanno condotti di fronte ad una giustizia inesorabile. Leonardo e Giovanni in carcere fanno conoscenza e pongono a confronto le loro esistenze. Intanto la corte di giustizia, presieduta dal capitano della Comunità, il nobile signore Gerolamo di Colloredo, dottore di diritto, formula la sentenza.
Curato dalla compagnia teatrale gemonese “Dreteledrôs” [], e introdotto dalla relazione di Elisa Della Mea, lo spettacolo è inserito all’intero del progetto “Nel tempo dell’Amalteo“, promosso dall’associazione archeologica “Valentino Ostermann” con la partecipazione della Pro Glemona.
[QUI la locandina dell’iniziativa]

Tag:

I Commenti sono chiusi