Gemona: la città dei diritti umani

Amnesty 2012

Una notizia che non fa battere la grancassa mediatica, ma che divulghiamo con profonda soddisfazione. Lo scorso anno il gruppo gemonese di Amnesty International, l’associazione che dal 1961 si batte per la difesa dei diritti umani, ha raccolto 47.503 firme e sostenuto 139 azioni, tra appelli e campagne. Una media di 130 firme al giorno, il risultato di un lavoro di squadra di decine di persone, coordinate dal referente locale dell’associazione Massimo Vitti. Un risultato unico in Italia, tanto che negli ultimi congressi nazionali di AI l’attivismo del gruppo di Gemona è stato portato come esempio particolarmente virtuoso. Anche se mancano dati dettagliati e precisi, il nostro gruppo raccoglie da solo oltre il 10% delle sottoscrizioni di tutta Italia. Un record, un segno della sensibilità per i diritti umani che caratterizza la nostra comunità e un indice della capacità di costruire reti efficaci ed efficienti.
[QUI il dettaglio dei “casi” sostenuti dal gruppo gemonese di AI nel 2012]

Tag:

4 Commenti a “Gemona: la città dei diritti umani”

  1. AL scrive:

    Sono orgogliosa di far parte, anche se con poco merito personale, di QUESTA città.

  2. Mariangela F. scrive:

    Anche per me, socia di Amnesty, questi dati sono di grande conforto. Ho sotto gli occhi la conferma che tanti cittadini di Gemona sono persone speciali. Lo so che nei confronti della mia Comunità sono spesso critica ma oggi ne sono fiera! Un grazie a tutti i soci attivi e in particolare a Massimo che non molla mai!

  3. Ste scrive:

    Un complimento per il lavoro svolto a favore di tante campagne, ma… per Gemona qual e’ stato l’impegno ovvero l’iniziativa a favore dei concittadini che condividono cotanta grazia?

  4. Ugo scrive:

    Massimo Vitti: se non ci fosse bisognerebbe inventarlo!

    Ps non ho capito il commento di Ste!