Godo di latte

Latte

A un secolo di distanza dalla prima apertura, la latteria di Godo è rinata a nuova vita. Era il 13 novembre 1910 quando al primo piano del fabbricato di via San Biagio veniva firmato l’atto costitutivo della “Latteria sociale turnale di Godo”. Una presenza secolare interrotta nel 2009 per difficoltà finanziarie. Ora si riapre, grazie all’impegno imprenditoriale di Giandomenico Padoin, presidente della stalla sociale di Trasaghis. Nel nuovo esercizio, inaugurato sabato scorso a margine della sagra di San Valentino, troveranno impiego tre persone e si punterà a “lavorare” giornalmente circa 40 quintali di latte, proveniente dalle stalle del “Mulino di San Giovanni”, partner del progetto, e da altre realtà del territorio.
La latteria sarà anche uno spaccio di prodotti caseari: formaggi, ricotte, burro, yogurt e molto altro. In linea con le nuove esigenze del mercato: filiera corta, prodotti locali e qualità. Tutti ingredienti che fanno scommettere nella buona riuscita dell’attività imprenditoriale.

Tag:

Un Commento a “Godo di latte”

  1. Giovanni scrive:

    Un segno dei tempi.
    Dalle speculazioni finanziarie all’economia reale.
    C’è voluta una crisi epocale, ma abbiamo finalmente capito che è molto più buono il sapore del formaggio di quello dei soldi!