Triello gemonese

Il bello, il brutto, il cattivo

Tre candidati gemonesi alle prossime elezioni regionali. Un numero che non si vedeva da tempo. Un segnale di vivacità politica o un indicatore di debolezza del nostro territorio? Difficile dirlo ora. Il voto chiarirà. Di certo un rinnovamento. Tre candidati giovani, giovanissimi se confrontati con la gerontocrazia cui ci ha abituati la politica nostrana.
Tra tutti, il più “del mestiere” è Roberto Revelant, classe 1978, da quattro anni vicesindaco e assessore all’urbanistica, in consiglio da nove. Correrà con la lista “Autonomia responsabile” a sostegno di Renzo Tondo, lista che intende intercettare i voti moderati in fuga dal PdL e dai partiti tradizionali. Revelant ha già annunciato i principali punti della sua campagna elettorale: valorizzazione del turismo, incentivi per l’edilizia, lotta alla burocrazia.
Sul versante del centro-sinistra la venticinquenne Martina Andenna. Da tempo convinta sostenitrice di Debora Serracchiani, ha deciso di giocare le sue energie e il suo entusiasmo candidandosi per il rinnovamento del Partito Democratico, con l’obiettivo di dare nove prospettive e nuove slancio a Gemona e al territorio del Gemonese.
Terza new entry Barbara Zilli, anche lei classe 1978. Inserita nella lista della Lega Nord due giorni fa, la sua candidatura avrà come effetto certo quello di sottrarre, da destra, voti a Roberto Revelant. Dal 2009 Zilli è consigliere comunale e da due anni siede, in quota Lega, nel consiglio di amministrazione di Agemont.
Tre candidature giovani, dunque, che potrebbero far preludere a una nuova stagione della politica gemonese. Se sapranno intercettare i consensi necessari. Se sapranno convincere con idee e programmi credibili, con azioni coerenti, con la serietà e l’onestà che è a troppa politica regionale (e gemonese) è mancata. Se son rose, fioriranno.

Tag: , ,

13 Commenti a “Triello gemonese”

  1. Luca scrive:

    Probabilmente mi sbaglio e sarò sonoramente smentito il 22 aprile a scrutinio ultimato!!!!

    PD, PDL e Lega hanno avuto finalmente il coraggio di candidare alle regionali dei giovani innamorati della Politica, puliti e pieni di entusiasmo, COMPLIMENTI! …peccato che non servirà assolutamente a nulla!
    Il nostro collegio esprimerà 3 consiglieri ed è molto probabile siano così distribuiti:
    1 PD
    1 PDL
    1 Movimento 5 Stelle.
    Se questa previsione si avvererà Gemona ancora una volta avrà perso per eccesso di personalismi.
    Con tre candidati gemonesi qualcuno veramente spera e crede che uno di questi avrà il numero di preferenze personali necessario per essere eletto?

    sperando di sbagliarmi, in bocca al lupo a tutti e tre i candidati!

  2. Pierluigi scrive:

    @ Luca
    Pare difficile che PD e PDL trovino un candidato comune, visto che sostengo due diversi Governatori.
    Diverso il discorso PDL e Lega.
    Resta tutto intero il problema della debolezza politica di Gemona, ma non ne sono certo causa i tre giovani candidati.
    Di questi tempi però non azzarderei previsioni.

  3. Luca scrive:

    @ Pierluigi

    ovviamente nessuna colpa ai tre candidati ai quali faccio un sincero in bocca al lupo!

    Sull’avere un unico candidato per Gemona, specie con questa legge elettorale e con la possibilità di voto disgiunto…. beh, pensandoci un pò…. si poteva fare di meglio!

  4. Giusy scrive:

    L’unica candidata del PDL e’ Silvia Maria Pezzetta, residente a Gemona e assessore a Buja. Il collegio regionale non ha il perimetro di Gemona e neppure il così detto gemonese…. Revelant e’ candidato di una lista surrogata del PDL, i parenti poveri, di serie B…

  5. Giorgio scrive:

    Se partiamo così, possiamo essere certi sin da oggi che anche stavolta nessun rappresentante della nostra città e del nostro territorio riuscirà ad entrare in Consiglio Regionale.
    Non capisco come ci si meravigli che Gemona esprima più candidati. E’ ovvio infatti che nessuna lista voglia lasciare scoperta una zona così importante come la nostra ed in particolare Gemona che è la cittadina più grande dell’intero collegio. Questo succede anche in Carnia o nel Tarvisiano, pure se a volte vi è anche la scientifica volontà di qualcuno di metterci in competizione onde evitare di intralciare i suoi interessi.
    L’unico consiglio che do è di andare a votare e di ESPRIMERE LA PROPRIA PREFERENZA, cercando di guardare al valore delle persone e di concentrarsi intelligentemente su chi ha buone possibilità di essere eletto, senza disperdere i voti. Nella sola Gemona ci sono almeno 9000 votanti, nel Gemonese oltre 20.000, ed è facile pertanto capire che, votando bene, le possibilità di eleggere addirittura 2 candidati non sarebbero poi così remote.
    Se poi qualcuno agli interessi del nostro territorio, anteporrà quelli del proprio partito, non ci si potrà lamentare se anche stavolta a rappresentare il nostro collegio in Regione saranno solo tarvisiani e carnici.
    @Giusy
    Non ci sono candidati di serie B, non ci sono parenti poveri, né liste surrogate!!!
    Se Revelant ha scelto di accettare la proposta del Presidente Renzo Tondo di ricoprire il ruolo di capolista nella civica “Autonomia Responsabile” è perché rappresenta un movimento fuori dai partiti ed in grado di farsi apprezzare dai tanti elettori di area moderata che da questi partiti si stanno allontanando sempre di più, come ci hanno dimostrato le ultime elezioni Politiche dello scorso mese

  6. Amedeo scrive:

    x Giusy: ma la Pezzetta non era quella che ha corso una volta a Gemona con la Margherita, attualmente assessore a Buja con FLI e ora si candida con i Pdl? Se è quella, bè, davvero una candidata coerente, politicamente parlando.

  7. ANDREA scrive:

    Penso che votare Revelant avrebbe il senso di disperdere voti. La civica di Tondo farà il due per cento su scala regionale, il che significa che viene eletto l’ex. sindaco Di Piazza a Trieste e forse, forse, un consigliere sul collegio di Udine. Revelant corre per portare acqua nel mulino di altri. Il PDL come cinque anni fa, può eleggere due consiglieri nell’alto Friuli. Per cui il mio consiglio, per una vera rappresentanza del Gemonese è di votare Silvia Maria Pezzetta, amministratrice brava e capace. Il popolo di destra non disperda i voti in liste surrogate nate per le elezioni e che spariranno subito dopo queste. Il popolo di destra voti PDL senza esitazioni, come sempre ha detto il Presidente Berlusconi. Votate PDL, l’originale, DOC, il resto è disperdere voti, come insegna Silvio.

  8. ANDREA scrive:

    Se credi nel PDL, in una destra del fare, se credi in Silvio, alle regionali vota Silvia.

  9. Giorgio scrive:

    Invece di sparare numeri a caso e fare il novello Nostradamus, ti consiglierei di approfondire un po’ la legge elettorale e il sistema di assegnazione dei seggi!!!
    Affermare poi che “il PDL come cinque anni fa, può eleggere due consiglieri nell’Alto Friuli” significa o che qualcuno crede ancora alle favole e quindi sarebbe il caso di aprire gli occhi oppure, visto il cattivo maestro, che per cercar voti si vuol prendere in giro la gente raccontando balle grandi e grosse!!!
    Perdonami Andrea, ma una fantasia del genere non l’avevo sentita neanche dal peggior Emilio Fede che in quanto a sparate non è secondo nemmeno al Cavaliere….

  10. Anonimo scrive:

    @ Andrea

    Mi spiace ma non credo sia possibile votare il candidato di un altro collegio…. nella migliore delle ipotesi sarebbe un voto di preferenza nullo…

    credo anche io tu debba rivederti la legge elettorale.

  11. Gino scrive:

    Il dibattito sulla rappresentanza in regione del gemonese è storico. Io credo che anche questa volta abbiano sbagliato tutti! Chi è sbucato all’ultimo momento, chi porta solo la sua bandiera e chi tenta di imporsi come il più accreditato e invoca il voto utile. Quello che manca è il metodo. Forse Gemona e il gemonese avrebbe dovuto evitare ogni tipo di forzatura che poi, a sconfitta avvenuta, si tramuterà in facili e deresponsabilizzanti accuse agli avversari (ad esempio ricordo qualche anno fa le critiche a chi non aveva sostenuto quello che a mio giudizio era l’impresentabile e poi politicamente inutile Disetti).
    Il nostro territorio politicamente avrebbe dovuto fare un pensiero di sistema e arrivare a presentare un candidato che al di là dello schieramento si presentasse come il più credibile portatore degli interessi e dei bisogni della nostra zona e non solo della propria parte.

  12. Anonimo n.2 scrive:

    Per Anonimo….il collegio di Tolmezzo comprende oltre a tutti i comuni del Tarvisiano, della Carnia, del Gemonese anche Buja, Osoppo e Artegna.
    Nell’ambito di questo collegio è possibile dare la preferenza a uno qualsiasi dei candidati in lista…

  13. Lucio scrive:

    FOGLIE DI FICO
    Penso che i così detti movimenti siano solo furbate, sono a tutti gli effetti espressione dei partiti.
    O credete che la gente non capisca ?