Tempi di responsabilità, coesione e sobrietà

Buio - Luce

Ieri sera, martedì 26 marzo, il consiglio comunale di Gemona ha approvato il bilancio di previsione 2013. Davanti alle gravi urgenze e difficoltà di questo momento storico, non solo per la nostra cittadina ma per l’Italia intera, alcuni esponenti delle minoranze, tra cui i consiglieri di Con te Gemona, hanno accantonato le rivendicazioni di parte e hanno deciso di non dare un voto negativo al bilancio presentato dalla giunta Urbani.
Un’astensione che è anche un’esplicita richiesta politica, come ha sostenuto Sandro Venturini di Con te Gemona: «che si abbassino le contrapposizioni, i personalismi, gli aspetti mediatici (e le relative spese) per progettare insieme una visione complessiva dello sviluppo del Gemonese. Uno sviluppo che deve necessariamente andare oltre i confini comunali, comprendendo nell’“area vasta” anche i Comuni della pedemontana, ora esclusi, e che riguarda l’insieme di molte azioni: è evidente a tutti che in futuro non potremo affidarci ad un nuovo sviluppo industriale, almeno come l’abbiamo pensato fino ad ora, ma dovremo pensare a una rete di servizi e di funzioni integrate che valorizzino le eccellenze del territorio e puntino sull’innovazione, la creatività, l’ambiente».

Tag:

I Commenti sono chiusi